EuroControl

Eurocontrol dal 1 gennaio nuove modalità di calcolo

Tempo di lettura < 1 minuto

EUROCONTROL da quest’anno utilizzerà il tracciato effettivo di un volo completato per calcolare il costo da versare agli enti nazionali ANSP ( controllo traffico aereo ) per il sorvolo dello spazio aereo.

Esiste infatti una tariffa che ogni vettore deve versare ai paesi dei quali utilizza lo spazio aereo per contribuire ai costi del controllo del traffico aereo nazionale, in Italia ad ENAV.

Precedentemente il calcolo veniva effettuato sul piano di volo, che non sempre rispecchiava quello reale.

Il calcolo con la nuova modalità sarà preciso ed affidabile sfruttando tutti gli strumenti a disposizione di Eurocontrol e compagnie aeree di geolocalizzazione e registrazione dei tracciati, accessibili da chiunque anche da portali web come ad esempio FlightRadar 24.

Ciò è in contrasto con la procedura precedente, in base alla quale il fattore di distanza veniva calcolato in base all’ultimo piano di volo archiviato.

Il nuovo sistema dovrebbe inoltre aumentare la prevedibilità e, di conseguenza, sostenere l’uso più efficiente dello spazio aereo nella rete.

Questa modifica fa parte di un aggiornamento delle “Condizioni di applicazione del sistema delle tariffe di rotta e delle condizioni di pagamento” e dei “Principi per stabilire la base di costo per le tariffe di rotta e il calcolo delle tariffe unitarie”, che porta al miglioramento al sistema multilaterale di addebito delle rotte EUROCONTROL oltre a garantire la coerenza con il quadro normativo SES.

Documenti

Conditions of application of the route charges system and conditions of payment

Principles for Establishing the Cost-Base for En-Route Charges and the Calculation of the Unit Rates

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi