Alitalia

Alitalia… ed ora che si fa?

Tempo di lettura 2 minuti

Sembra non ci sia un idea chiara di “cosa fare” per Alitalia, si valutano alternative.

Il ministro dello sviluppo Patuanelli mostra una sorte di ottimismo, “sta valutando diverse soluzioni“, mentre il presidente del consiglio “In questo momento non abbiamo una soluzione di mercato a portata di mano“.

Conte rimane molto cauto e non si espone sui prossimi sviluppi del dossier Alitalia, ma non nasconde che:

«In questo momento non abbiamo una soluzione di mercato a portata di mano. Rimane l’offerta di Fs e Delta. Vediamo se si confermerà l’interesse di Lufthansa. In questo momento è chiaro che non abbiamo una soluzione di mercato a portata di mano. In realtà questa resta la soluzione preferita dal Governo, valutiamo e stiamo valutando proprio in queste ore delle alternative».

Conte ed il governo se dapprima sembravano caldeggiare la proposta di Delta, anche quando si è rifatta avanati Lufthansa con la specifica richiesta di una “ristrutturazione” di Alitalia, che ha subito spaventato il governo, ora sembrano aver accettato che non ci sono altre soluzioni, Alitalia deve essere ristrutturata.

Ovviamente la politica usa termini diversi, non utilizzando mai la parola ristrutturazione o esuberi, me è chiaro ormai a tutti che gli esuberi ci sono e d è necessario un decisivo cambio di strategia e di rotta, dopo 15 anni di fallimenti.

Viene esclusa qualsiasi proroga per il consorzio che si stava costituendo, da cui prima Atlantia e poi FS si sono sfilato, in qunato “non vi sono più le condizioni”.

Si pensa a un solo commissario affiancato da un manager con esperienza nel settore.

Non si vuole parlare di “spezzatino” è lo stesso ministro a precisarlo: “Stiamo valutando diverse possibilità, lo spezzatino e la vendita di asset separati domani non è tra queste“.

Alternative? Ormai non molte, l’unica è la ristrutturazione, gli esuberi e Lufthansa, soluzione fortemente caldeggiata sia dal governo che da Atlantia, che potrebbe rientrare in gioco accanto a LH.

Soluzione agli esuberi? Per i piloti LH ha un paracadute in Air Dolomiti mentre per il resto del personale, al momento nulla è stato dichiarato.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi