Alitalia

Alitalia, Puntualità e Ricavi

Con 85,3%dei voli atterrati in orario, Alitalia resta la compagnia aerea più puntuale d’Europa nei primi sette mesi del 2019, collocandosi al terzo posto nella classifica mondiale, continua inoltre la crescita di fatturato e passegeri anche nel mese di luglio.

Alitalia continua a crescere, nonostante vi siano ancora incertezze sul futuro e la compagnia sia ancora in amministrazione controllata, i piani dei commissari e di tutto il management, continuano a portare i loro frutti.

Puntualità

A luglio – periodo caratterizzato da giornate di forte maltempo e dal trasferimento di voli a Milano Malpensa per la chiusura di Linate – il 77,6% dei voli AZ è atterrato in orario, consentendo alla Compagnia italiana di posizionarsi al terzo posto nel ranking europeo.

A certificare i risultati di Alitalia è FlightStats, autorevole società indipendente Usa che ogni mese stila la classifica della puntualità dei principali vettori mondiali, confrontando i dati di compagnie paragonabili per dimensioni e network.

Dalle rilevazioni di FlightStats emerge inoltre che a luglio di quest’anno l’indice di puntualità di Alitalia è stato più alto di 2,3 punti percentuali rispetto alla media delle compagnie mondiali (75,3%) e di 5,8 punti percentuali rispetto alla media dei vettori europei (71,8%). Relativamente ai primi sette mesi dell’anno, poi, la puntualità è salita di 0,2 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2018.

FlightStats è una delle poche società di rilevazione che monitora per ciascuna compagnia la quasi totalità dei voli effettuati. Per la rilevazione della puntualità FlightStats segue la metodologia “A14” ovvero con una tolleranza in arrivo di 14 minuti rispetto all’orario di atterraggio previsto. La classifica FlightStats di luglio 2019 è visibile al link https://www.flightstats.com/v2/monthly-performance-reports/airlines.

Ricavi

Alitalia ha annunciato che nei primi 7 mesi dell’anno i ricavi da traffico passeggeri sono aumentati dell’1,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. il lungo raggio in particolare ha fatto registrare un +4,8%, solo nel mese di luglio un incremento del 2,6% dei ricavi e del 4,7% dei passeggeri rispetto allo stesso mese del 2018.

In totale, i ricavi relativi al trasposto passeggeri a luglio si sono attestati a 295 milioni di euro, un dato che conferma la performance del settimo mese dello scorso anno.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi