Alitalia

Di Maio: “Non dobbiamo fare in fretta, dobbiamo fare…

Tempo di lettura < 1 minuto

Spero di essere l’ultimo ministro che si occupa della crisi di Alitalia

Il ministro per lo sviluppo economico e del lavoro Luigi di Maio, ha rilasciato una dichiarazione, dimostrandosi ottimista sulla risoluzione della vicenda Alitalia e anticipa “buone notizie” nei prossimi giorni.

Nonostante le nubi che si sono create su Alitalia, dopo la rinuncia di easyJet di far parte della nuova Alitalia, il ministro Di Maio, come si legge dalla repubblica.it, rassicura sul futuro della compagnia, dopo la proroga concessa a FS fino alla fine si aprile per la presentazione dell’offerta.

Luigi Di Maio, ministro per lo sviluppo economico e del lavoro:

apiceServe prudenza, sia il commissario sia l’ad di Fs stanno facendo un lavoro attento per rilanciare Alitalia. Non dobbiamo fare in fretta, dobbiamo fare in fretta per rilanciare Alitalia.Spero di essere l’ultimo ministro che si occupa della crisi di Alitalia. A noi serve restare dentro, non solo per i livelli occupazionali ma per le strategie turistiche dei prossimi 15 anni“.

Conferma la linea del governo di diventare azionista di Alitalia per essere partecipe e controllore di ogni decisione e piano industriale della compagnia, a difesa del paese e dei lavoratori.

Nei giorni scorsi, si è parlato della conversione in azioni del prestito ponte di 900 milioni  di euro in scadenza, che darà modo al MEF di entrare come azionista con una quota intorno al 15%, rimane comunque da trovare un altro socio che possa almeno acquisire un 10%, quota che inizialmente era intenzionata ad acquisire easyJet, sarà questa la buona notizia che ha anticipato il ministro di Maio?

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi