sustainable aviation

Sustainable Aviation UK: percorso verso Net ZERO

  • 1 mese fa
  • 4minuti

Sustainable Aviation UK ha lanciato un nuovo manifesto che delinea l’impegno dell’industria aeronautica per raggiungere l’obiettivo di zero emissioni nette e ridurre al minimo l’impatto del rumore aereo, massimizzando al tempo stesso i benefici economici che l’aviazione offre alle nazioni e alle regioni del Regno Unito.

Sustainable Aviation, è la coalizione industriale di compagnie aeree, aeroporti, produttori aerospaziali e produttori di carburante del Regno Unito. L’aviazione britannica sostiene un milione di posti di lavoro e contribuisce all’economia con 22 miliardi di sterline all’anno. Una transizione verso un’eliminazione dei voli netti salvaguarderà il settore e genererà decine di migliaia di nuovi posti di lavoro

Il vantaggio economico per il Regno Unito per aver guidato la transizione dell’aviazione verso un futuro sostenibile è significativo. Oltre a garantire il ruolo dell’aviazione che collega il Regno Unito all’economia globale, facilitando il commercio, gli investimenti e i viaggi personali, il piano di Sustainable Aviation per un settore a zero emissioni potrebbe generare fino a 60.000 nuovi posti di lavoro in un’industria sostenibile del carburante per l’aviazione nel Regno Unito e aumentare l’economia aerospaziale del Regno Unito.

Sustainable Aviation ritiene che sia necessaria un’accelerazione del sostegno politico per rimanere un hub competitivo globale per l’aviazione e cogliere le nuove opportunità dei voli a zero emissioni, di fronte alla forte concorrenza dei concorrenti esteri che stanno cercando di conquistare il mercato con nuove entusiasmanti tecnologie.

Questo nuovo manifesto illustra come il prossimo governo potrà garantire che il Regno Unito sia leader mondiale nell’aviazione sostenibile:

  • Fornire una produzione commerciale di carburante sostenibile per l’aviazione nel Regno Unito su larga scala in questo decennio con almeno cinque impianti SAF nel Regno Unito in costruzione nel 2025 per garantire che il Regno Unito sia in una buona posizione per trarre vantaggio dalla produzione e dalla fornitura di SAF
  • Rafforzare la posizione del Regno Unito come innovatore leader a livello mondiale di tecnologie aerospaziali che offre al Regno Unito un vantaggio competitivo nell’efficienza dell’aviazione e nello sviluppo e nella commercializzazione di nuove tecnologie, compreso l’idrogeno
  • Accelerare il programma di modernizzazione dello spazio aereo con il sostegno del governo per rimuovere gli ostacoli al completamento anticipato
  • Progredire verso obiettivi a lungo termine che saranno fondamentali per il successo del progetto Net Zero Aviation entro il 2050, garantendo la capacità di soddisfare la richiesta di energia e rimozione di carbonio necessaria per realizzare la transizione del settore aereo del Regno Unito verso lo zero netto

Matt Gorman, Presidente dell’Aviazione Sostenibile e Direttore della Sostenibilità a Heathrow, ha dichiarato: “La nostra transizione verso un volo a zero emissioni non solo salvaguarderà e aumenterà il contributo dell’aviazione all’economia del Regno Unito, ma creerà anche migliaia di nuovi posti di lavoro. Sfruttando i nostri punti di forza esistenti come nazione aeronautica, possiamo guidare il mondo nella tecnologia aeronautica verde. Negli ultimi anni sono stati fatti grandi passi avanti, tra cui l’adozione universale dell’obiettivo zero emissioni 2050, il primo volo SAF transatlantico al 100% da Londra e voli di prova con aerei a idrogeno qui nel Regno Unito. L’aviazione sostenibile chiede al governo di intraprendere azioni decisive per accelerare la nostra transizione verso un volo a zero emissioni nette, in modo da poter realizzare i sostanziali vantaggi sociali, economici e ambientali dell’aviazione sostenibile.

Il ministro dell’Aviazione Anthony Browne ha dichiarato: [continua a pagina 2]