Aeroporti di Roma ADR

Chiuso secondo programma “Runway to the Future” di ADR

  • 1 mese fa
  • 3minuti

Si è tenuto oggi nel Terminal 1 del “Leonardo da Vinci” il “Results Day” che ha chiuso il secondo Programma di accelerazione di startups “Runway to the Future” nell’Innovation Hub di Aeroporti di Roma. All’evento hanno partecipato le 12 startup vincitrici della seconda “Call4Ideas”.

I progetti innovativi, verticalmente focalizzati sull’ambito aeroportuale e molti dei quali basati sull’ Intelligenza Artificiale, sono “atterrati” presso lo scalo di Fiumicino da tutto il mondo: Aeroficial Intelligence (Austria), Argos AI (Turchia), Auxilia (Francia), DesignHubz (Emirati Arabi Uniti), Essential Aero (USA), Guimu Robot (Cina), Hamsa ID (Olanda), Matroid (USA), Proteso (Italia), ReLearn (Italia), Wintics (Francia), ZestIOT (India).

Alla presenza di alcuni partner di “Runway to the future”, Autogrill, AWS, Enav, Eurocontrol, Terna, il team della Innovation Cabin Crew (ICC) di ADR ha illustrato il percorso compiuto in questi 6 mesi dalle startup all’interno delle otto macroaree previste: Predictive Maintainance (manutenzione preventiva), Enhance Terminal Processes (efficienza-efficacia dei processi), Improve Airside Operations (miglioramento del turnaround aeromobili), Environmental Impact (riduzione dell’impatto ambientale e dei consumi energetici), Community & Sustainability (creazione di valore per territorio e comunità locali), Passenger Experience (miglioramento della qualità per i passeggeri), Commercial Opportunities (aumento delle opportunità di vendita), oltre a Disruptive Solutions (soluzioni dirompenti da applicare alla smart city aeroportuale di Roma Fiumicino). 

Durante il programma le startup hanno avuto l’opportunità di lavorare e sviluppare i loro progetti all’interno dell’aeroporto con il supporto del team di ADR dedicato all’innovazione e i Business Mentor dell’Innovation Cabin Crew. 

A conclusione del percorso, inizierà una fase di valutazione per un’eventuale investimento da parte di ADR Ventures, il fondo di Corporate Venture Capital lanciato nel febbraio 2023 e interamente posseduto e sostenuto dalla stessa ADR che conta già un portfolio di due startup: Ottonomy, startup con robot autonomi in grado di effettuare consegne senza contatto sia in ambienti interni che esterni e ASSAIA, che ha sviluppato un software che combina intelligenza artificiale e computer vision per fornire agli aeroporti e alle compagnie aeree una visibilità completa delle operazioni di turnaround in aeroporto, consentendo di prevedere i problemi e automatizzare i processi per renderli più efficienti. 

“Siamo entusiasti del successo del secondo programma Runway to the Future. Dopo il primo programma che ha visto il 50% dei progetti portati in operativo nella complessa macchina aeroportuale, la collaborazione con startup e partner di eccellenza ci ha permesso di identificare ulteriori soluzioni innovative che contribuiranno a migliorare le performance del nostro aeroporto, sempre più sostenibile e orientato al passeggero” ha dichiarato il Vice President Innovation & Quality di Aeroporti di Roma Emanuele Calà. “Il successo del programma Runway to the Future conferma l’impegno di ADR nello sviluppo di un aeroporto all’avanguardia, capace di rispondere alle esigenze di un settore in continua evoluzione. A tal fine, ADR ha costituito nel 2023 una società di Corporate Venture Capital (ADR Ventures) per supportare la crescita delle startup più promettenti e accelerare l’implementazione di soluzioni innovative. Il Results Day di oggi è stata un’occasione unica per condividere i progressi compiuti con gli stakeholders dell’industria e creare le condizioni per sviluppare ulteriormente una innovazione concreta e business driven che fin da oggi renda disponibile ai nostri passeggeri i vantaggi dell’aeroporto del futuro”.

L’Innovation Hub di Aeroporti di Roma è supportato dalla capogruppo Mundys, oltre che da alcuni rappresentanti del network “Airports for Innovation” come AENA e Nice Cote d’Azur Airport. Infine, è stato annunciato il lancio della terza Global Call4Startups che si chiuderà il 22 marzo.