Aeromexico

Boeing B737 MAX-9 a terra: Turkish si, FlyDubai no

  • 6 mesi fa
  • 2minuti

FAA negli Stati Uniti e EASA in Europa hanno emesso una direttiva che ferma tutti Boeing B737 MAX-9, necessarie verifiche e ispezioni prima che possano tornare in volo.

Non tutti i Boeing B737 MAX-9 sono uguali, ad esempio la versione di Alaska Airlines, che ha perso una piccola sezione della fusoliera in volo, posta in un uscita di sicurezza non abilitata per la configurazione scelta da Alaska, differisce in questa specifica parte da quello di Turkish Airlines che però ispezionerà tutti i suoi MAX-9 e da quello di FlyDubai che ha invece deciso che non sono necessarie verifiche.

Turkish Airlines blocca a terra cinque Boeing 737 Max 9: “In seguito all’incidente avvenuto su un Boeing 737 Max 9 di Alaska Airlines, 5 Boeing 737 Max 9 della flotta Turkish, sono stati ritirati per controlli come misura precauzionale“, fa sapere la compagnia di bandiera turca sul proprio sito.

Stessa decisione da parte di Copa Airlines di Panama e Aeroméxico che cone Turkish non sono soggette ne alla supervisione di FAA ne di EASA, ma hanno deciso autonomamente di mettere a terra per controlli i B737 MAX-9.

Copa Airlines fermerà 21 B737 che “resteranno in aeroporto fino al completamento dei necessari controlli tecnici di revisione“.

Aeroméxico ha 19 aerei di questo tipo ed ha annunciato di aver disposto lo stop per i suoi aerei Boeing 737 Max fino a nuovo avviso, saranno “ispezionati come misura precauzionale. Il controllo si concluderà il più presto possibile per continuare con le operazioni programmate, lavorando in coordinamento con Boeing, così come con le autorità competenti”.

Foto copertina: Anna Zvereva FlyDubai, A6-FNC, Boeing 737-9 MAX