Emirates

Una semestrale record per Emirates

  • 7 mesi fa
  • 5minuti

Emirates ha annunciato oggi il suo miglior risultato finanziario semestrale di sempre, con un utile netto di 2,7 miliardi di dollari, superando del 138% il suo utile semestrale record di 1,2 miliardi di dollari dello scorso anno.

Il Gruppo ha inoltre riportato un EBITDA di 5,6 miliardi di dollari, un miglioramento significativo rispetto a 4,2 miliardi nello stesso periodo dello scorso anno, illustrando la sua forte redditività operativa.

I ricavi del gruppo sono stati di 18,3 miliardi di dollari per i primi sei mesi del 2023-24, in aumento del 20% rispetto a 15,3 miliardi dello scorso anno. Ciò è stato determinato dalla forte domanda di trasporto aereo in tutto il mondo, che ha registrato una traiettoria ascendente da quando sono state revocate le ultime restrizioni ai viaggi dovute alla pandemia. 

Sua Altezza (HH) Sheikh Ahmed bin Saeed Al Maktoum, Presidente e Amministratore delegato di Emirates Airline and Group, ha dichiarato: “Stiamo assistendo alla realizzazione dei nostri piani per tornare più forti e migliori dai giorni bui della pandemia. Il Gruppo ha superato i record precedenti riportando la migliore performance semestrale di sempre. Il nostro profitto per i primi sei mesi del 2023-24 ha quasi eguagliato il nostro profitto record per l’intero anno nel 2022-23. Si tratta di un risultato straordinario che testimonia il talento e l’impegno all’interno dell’organizzazione, la forza del nostro modello di business e la potenza della visione e delle politiche di Dubai che hanno consentito la creazione di un settore dell’aviazione forte, resiliente e progressista. In tutto il Gruppo, abbiamo continuato a incrementare le operazioni in modo sicuro e a muoverci agilmente per soddisfare la domanda dei clienti. Abbiamo implementato una serie di miglioramenti di servizi e prodotti per conquistare la preferenza dei clienti e continueremo a investire nelle nostre persone, nei prodotti, nelle partnership e nella tecnologia per rafforzare le nostre capacità e assicurarci di essere pronti per il futuro”.

Sheikh Ahmed ha aggiunto : “Per la seconda metà del 2023-24, ci aspettiamo che la domanda dei clienti nelle nostre divisioni aziendali rimanga sana e rimarremo agili nel modo in cui distribuiamo le nostre risorse in questo mercato dinamico. Allo stesso tempo, teniamo d’occhio gli ostacoli come l’aumento dei prezzi del carburante, il rafforzamento del dollaro USA, i costi inflazionistici e la geopolitica”.

Per supportare l’aumento delle operazioni e delle attività commerciali, la base di dipendenti del Gruppo Emirates, rispetto al 31 marzo 2023, è cresciuta del 6% fino a un numero complessivo di 108.996 al 30 settembre 2023. Sia Emirates che dnata hanno continue iniziative di reclutamento per supportare le loro esigenze future.

Emirates

Emirates ha continuato ad aumentare le sue operazioni di volo globali, aggiungendo capacità e collegamenti attraverso il suo hub di Dubai per soddisfare la domanda dei clienti in tutti i mercati. Durante la prima metà del 2023-24, la compagnia aerea ha ripristinato le operazioni dell’A380 a Bali, Pechino, Birmingham, Casablanca, Nizza, Shanghai e Taiwan.

A luglio ha lanciato servizi giornalieri non-stop per Montreal, una nuova destinazione e secondo gateway della compagnia aerea in Canada.

Espandendo le opzioni di connettività per i clienti, Emirates ha stipulato e migliorato accordi di codeshare o interline con 8 compagnie aeree nei primi sei mesi del 2023-24: Aegean Airlines, Air Canada, Etihad Airways, Kenya Airways, Philippine Airlines, Maldivian, Sri Lankan Airlines e United Compagnie aeree. La partnership in codeshare tra Emirates e Qantas, che ha visto oltre 15 milioni di viaggiatori beneficiare di itinerari di volo congiunti sin dalla sua istituzione nel 2013, ha ricevuto l’approvazione per un’ulteriore estensione di 5 anni fino al 2027.

Al 30 settembre, la compagnia aerea operava servizi passeggeri e merci verso 144 aeroporti, utilizzando l’intera flotta di Boeing 777 e 104 A380. 

Durante i primi sei mesi del 2023-24, 10 aeromobili A380 sono usciti dal programma di retrofit di Emirates con interni di cabina completamente rinnovati e gli ultimi prodotti di bordo, inclusi i posti Premium Economy. Ciò ha consentito alla compagnia aerea di implementare i suoi ambitissimi servizi Premium Economy su nuove rotte tra cui New York JFK, Houston, San Francisco, Los Angeles e Singapore.

La capacità complessiva  durante i primi sei mesi dell’anno è aumentata del 25% a 28,5 miliardi di tonnellate-chilometro disponibili (ATKM) grazie a un programma di volo ampliato. La capacità misurata in posti-chilometri disponibili (ASKM), è aumentata del 30%, mentre  il traffico passeggeri  trasportato misurato in ricavi per chilometri-passeggeri (RPKM) è aumentato del 35%, con un  Passenger Seat Factor medio dell’81,5%, rispetto al 78,5% dello stesso periodo l’anno scorso.

Emirates ha trasportato 26,1 milioni di passeggeri tra il 1° aprile e il 30 settembre 2023, in aumento del 31% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. 

Emirates Skycargo ha trasportato 1.035.000 tonnellate nei primi sei mesi dell’anno, con un aumento dell’11% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, nonostante un generale indebolimento del mercato cargo globale. Ciò riflette la capacità della divisione cargo di soddisfare la domanda dei clienti con prodotti specializzati e le eccellenti opzioni di rete offerte con le sue operazioni di carico e carico.