easyJet

easyJet: completata istallazione DPO

  • 7 mesi fa
  • 4minuti

easyJet ha completato l’introduzione in tutta gli aeromobili compatibili della sua flotta, il sistema che ottimizza il profilo di discesa (DPO) insieme al metodo di discesa continua (CDA).

easyJet ora dispone della più grande flotta di aeromobili abilitati DPO e CDA al mondo, portando a una riduzione annuale stimata delle emissioni di carbonio di 88.600 tonnellate di CO2, che equivale a guidare un’auto media 16.173 volte intorno alla terra.

Il Capitano David Morgan, Direttore operativo di easyJet, ha dichiarato: “Sebbene questa sia una delle tante iniziative delineate nella nostra tabella di marcia verso l’azzeramento netto, fornisce un risparmio permanente di CO2 e costituisce un altro passo verso la realizzazione del nostro obiettivo di zero emissioni. Mentre tecnologie come DPO e CDA sono la soluzione migliore per traiettorie di discesa più ottimizzate qui e ora, è necessario che i governi e i politici facciano di più per garantire che il nostro spazio aereo sia modernizzato, inclusa l’implementazione del Cielo unico europeo, in modo che questo stato- la tecnologia più avanzata può essere utilizzata al massimo del suo potenziale”.

Nicholas Chretien, Vicepresidente senior per la sostenibilità e l’ambiente di Airbus, ha aggiunto: “Airbus è felice di accompagnare easyJet nel suo percorso di decarbonizzazione. Grazie alle tecnologie Airbus, easyJet ha aggiornato senza problemi la propria flotta con l’ottimizzazione del profilo di discesa; illustrando la nostra ambizione di lavorare con i nostri partner aerei. Queste soluzioni innovative sviluppate da Airbus consentono alle compagnie aeree di aumentare il risparmio di carburante e ridurre le emissioni durante le operazioni.”

ottimizzazione del profilo di discesa (Descent Profile Optimisation -DPO)

L’ottimizzazione del profilo di discesa (DPO) è un’iniziativa di risparmio di carburante che aggiorna il sistema di gestione del volo (FMS) per consentire discese costantemente più efficienti consentendo all’aereo di rimanere nella fase di crociera più a lungo e ridurre il livello di decelerazione, riducendo le emissioni di carbonio. CDA riduce anche al minimo l’inquinamento acustico durante l’approccio, il che avvantaggia in particolare le comunità intorno agli aeroporti.

Questo annuncio arriva quando easyJet sta lanciando la sua tabella di marcia per l’azzeramento delle emissioni nette di carbonio entro il 2050.

easyJet sta inoltre implementando nuovi software e intelligenza artificiale per identificare ulteriori efficienze operativeeasyJet sta adottando SkyBreathe®, una soluzione di efficienza innovativa sviluppata da OpenAirlines, che si basa su Cloud, Intelligenza Artificiale e Big Data e consente alle compagnie aeree di risparmiare carburante e ridurre la propria impronta di carbonio fino al 5%. 

Ciò è completato da partnership per l’efficienza del volo con le principali parti interessate come Airbus, Collins Aerospace, NATS ed Eurocontrol. 

easyJet quest’anno ha ricevuto da Airbus il primo A320neo dotato della più recente tecnologia Satellite Landing System (SLS) che aiuta a migliorare ulteriormente l’efficienza delle sue operazioni, riducendo il consumo di carburante. 

Un elemento cruciale per ottenere la riduzione delle emissioni di carbonio in questo momento è la modernizzazione dello spazio aereo. Ciò non può essere raggiunto dal solo settore, ma solo con l’aiuto e la volontà politica dei governi e delle parti interessate. Questo è vitale per l’intero settore e, se implementato, sarebbe la fonte più significativa di riduzioni di carbonio in questo momento poiché traiettorie di volo più dirette portano a tempi di volo più brevi, che riducono il consumo di carburante e le emissioni risultanti.

easyJet sta lavorando con le parti interessate e le autorità pubbliche in tutta Europa per sostenere la modernizzazione dello spazio aereo, compresi progetti come il Cielo unico europeo e il programma di modernizzazione dello spazio aereo del Regno Unito. 

Con Single European Sky si potrebbero ridurre le emissioni del 10%, riduzione che si aggiungerebbe alle altre raggiunte grazie all’introduzione di aeromobili più efficienti e un efficientamento dei programmi di volo grazie anche alle nuove tecnologie come quelle appena descritte in questo articolo.

easyJet è anche uno dei membri fondatori della Single European Sky ATM Research (SESAR) 3 Joint Undertaking, un partenariato pubblico-privato europeo istituzionalizzato, per accelerare la realizzazione del Digital European Sky ed è diventata il primo partner di valutazione per IRIS, un programma rivoluzionario di gestione del traffico aereo , guidato dal leader mondiale delle comunicazioni satellitari Inmarsat, insieme all’Agenzia spaziale europea e ad Airbus, che sta aprendo la strada a un traffico aereo più efficiente gestione agendo come abilitazione ai sistemi che riducono al minimo i ritardi dei voli, fanno risparmiare carburante e aiutano a ridurre l’impatto ambientale dei viaggi aerei .