Aeroitalia

ITA Airways ha risorse da sprecare con Aeroitalia

  • 8 mesi fa
  • 2minuti

Non e’ un pesce d’aprile, siamo a ottobre, ma ITA Airways ha risorse da sprecare per chiedere che la compagnia Aeroitalia rinunci al suo marchio.

ITA Airways intenderebbe “tutelare la proprietà intellettuale” del brand Alitalia, attualmente di proprietà della stessa ITA, ma fa ridere e sorprende come davvero si possa pensare che una A sulla coda di un aereo, possa “ledere” il brand Alitalia.

ITA Airways sostiene che sia “in contrasto con i diritti anteriori di ITA non soltanto per le evidenti somiglianze fonetiche e/o grafiche e/o concettuali, ma anche per l’utilizzo che di essi viene fatto sulle livree e sui timoni degli aerei, che richiamano in maniera evidente quegli degli aeromobili Alitalia”.

Gaetano Intrieri si sara’ fatto delle grandi risate e ha risposto alla richiesta di ITA Airways, che “apprende con estremo stupore la richiesta avanzata” da ITA “contestandone integralmente il contenuto, in quanto pretestuoso, infondato e tardivo”, essendo il ricorso presentato “a distanza di quasi due anni dalla sua regolare registrazione”, con il pittogramma Aeroitalia “studiato e disegnato da società di gestione marchi altamente qualificata e nel totale rispetto dei criteri di caratterizzazione e differenziazione”.

“L’attuale livrea di ITA, nonché lo stesso marchio utilizzato da questa società -precisa- è difforme in tutto e per tutto da quello Aeroitalia e nulla giustifica, allo stato (al netto di una recondita ma vietata volontà di ripristinare la vecchia denominazione Alitalia), la richiesta di ‘immediata rinuncia alle registrazioni'” italiane ed europee del marchio, “nonché il ritiro e la rinuncia di ogni altra domanda o registrazione”.

Anche se continuano a non piacermi affatto ne la livrea ne il brand, ma lui lo sa! Come dare torto a Gaetano?

Accor e LVMH hanno stretto una partnership strategica per accelerare lo sviluppo di Orient Express, per l’apertura di nuovi hotel. I primi due a Roma e Venezia.

X