Europa

Nuove norme RefuelEU sui carburanti sostenibili per l’aviazione

  • 9 mesi fa
  • 3minuti

Il Parlamento europeo ha approvato una nuova legge per sostenere la diffusione di carburanti sostenibili, come i biocarburanti o l’idrogeno, nel settore dell’aviazione.

Le nuove norme RefuelEU sui carburanti sostenibili per l’aviazione sono state adottate con 518 voti a favore, 97 voti contrari e 8 astensioni. Il testo è già stato concordato con i governi degli stati membri.

Le norme fanno parte del pacchetto “Fit for 55 – Pronti per il 55%”, il piano dell’UE per ridurre le emissioni di gas serra di almeno il 55% entro il 2030 rispetto ai livelli del 1990 e per garantire che l’UE diventi neutrale dal punto di vista climatico entro il 2050. L’obiettivo è incoraggiare il settore dell’aviazione a utilizzare carburanti sostenibili per ridurre le emissioni.

Tempistica

Le nuova norme RefuelEU obbligheranno gli aeroporti e i fornitori di carburante dell’UE a garantire che, a partire dal 2025, almeno il 2% dei carburanti sia sostenibile (SAF).

Tale quota aumenterà ogni cinque anni: 6% nel 2030, 20% nel 2035, 34% nel 2040, 42% nel 2045 e 70% nel 2050.

Cosa si intende per “carburanti sostenibili/green”?

Secondo le nuove norme, il termine “carburanti sostenibili per l’aviazione” includerà i carburanti sintetici, alcuni biocarburanti prodotti da residui agricoli o forestali, alghe, rifiuti organici, olio da cucina usato o alcuni grassi animali.

Sono considerati “verdi” anche i carburanti per aerei riciclati prodotti dai gas di scarico e dai rifiuti di plastica.

Tra i carburanti sostenibili ovviamente anche l’idrogeno rinnovabile, una tecnologia che potrebbe contribuire progressivamente alla decarbonizzazione del trasporto aereo.

Nuovo bollino per gli aerei

Per promuovere la decarbonizzazione nel settore dell’aviazione e per informare meglio il pubblico, a partire dal 2025, ci sarà un’etichetta UE per le prestazioni ambientali dei voli.

Le compagnie aeree potranno commercializzare i loro voli con un’etichetta che indicherà l’impronta di carbonio prevista per passeggero e l’efficienza di CO2 prevista per chilometro. Ciò consentirà ai passeggeri di confrontare le prestazioni ambientali dei voli operati da compagnie diverse sulla stessa rotta.

Il relatore del Parlamento José Ramón Bauzá Díaz (Renew, ES) ha dichiarato: “Questo è un enorme passo avanti verso la decarbonizzazione dell’aviazione. È ora che i governi dell’UE attuino le nuove norme e sostengano l’industria per garantire una diffusione economicamente efficiente dei carburanti sostenibili per l’aviazione in tutta Europa e per raggiungere gli obiettivi dell’UE. Non c’è tempo da perdere. In un mondo complesso e competitivo, sono pienamente convinto che ReFuelEU rappresenti una grande opportunità per posizionare l’Unione Europea come leader globale nella produzione e nell’uso dei carburanti sostenibiliʺ.

Prossime tappe

Una volta approvate formalmente anche dal Consiglio, le nuove norme si applicheranno a partire dal 1° gennaio 2024 e alcune disposizioni a partire dal 1° gennaio 2025.