London Gatwick LGW

Gatwick recupera utile e EBIDTA, pax sotto vs.2019

  • 9 mesi fa
  • 5minuti

Nonostante un contesto operativo difficile, la forte domanda di viaggi è proseguita nella prima metà del 2023 a Londra Gatwick.

Le entrate sono aumentate nella prima metà del 2023, rispetto al 2022, Gatwick controllato da Vinci Airport, ha ottenuto un miglioramento dell’EBITDA e un aumento dell’utile netto.

I risultati intermedi del 2023.

18,5 milioni di passeggeri hanno viaggiato attraverso l’aeroporto nei primi sei mesi del 2023, in crescita del 41% rispetto allo stesso periodo del 2022. Tuttavia, il traffico è stato fortemente influenzato dalle restrizioni di viaggio COVID-19, in particolare nel Q1 2022.

423,3 milioni di sterline di ricavi, in crescita del 45% rispetto al 2022. Include 212,7 milioni di sterline di entrate aeronautiche e 210,6 milioni di sterline da fonti non aeronautiche, come vendita al dettaglio e parcheggi

I costi operativi (esclusi ammortamenti e costi straordinari) sono stati pari a 187,6 milioni di sterline per il periodo, in crescita del 31% rispetto al 2022

EBITDA a 235,7 milioni di sterline, in crescita del 59% rispetto al 2022, con utile netto del periodo a 79,1 milioni di sterline, in crescita del 56%

Ambiente operativo impegnativo in Europa.

Mentre i movimenti del traffico aereo a Londra Gatwick rimangono al di sotto dei livelli pre-pandemia all’86% per il periodo, un numero maggiore di restrizioni al controllo del traffico aereo rispetto al normale, in gran parte dell’Europa, ha influito sulle prestazioni puntuali. Sono state messe in atto restrizioni per gestire e attenuare il flusso del traffico aereo congestionato.

Londra Gatwick sta lavorando con le compagnie aeree e gli operatori di terra per garantire che gli aeromobili siano pronti a partire per la prima ondata di partenze la mattina presto e per tutto il resto della giornata. L’aeroporto ha anche intrapreso azioni proattive per impedire l’azione industriale dell’assistenza a terra questa estate, garantendo che i voli potessero continuare normalmente.

Altri 200 agenti di sicurezza sono stati reclutati prima dell’intenso periodo estivo, che ha aiutato l’aeroporto a superare i controlli di sicurezza del 98% dei passeggeri in meno di cinque minuti. L’aeroporto ha anche raggiunto il 99,6% di tutti i requisiti del livello di servizio misurato durante il periodo.

Crescita sostenibile futura

London Gatwick ha pubblicato un programma di investimenti di capitale di sei anni che stabilisce miglioramenti significativi per sviluppare e migliorare le infrastrutture e le strutture aeroportuali, raggiungendo al contempo gli obiettivi di sostenibilità dell’aeroporto. Il programma è stato consultato e concordato con le compagnie aeree e comprende:

  • Investire oltre 250 milioni di sterline per rispettare l’impegno di diventare un aeroporto a zero emissioni nette entro il 2030 (per le emissioni Scope 1 e 2), compresa la sostituzione di oltre 100 caldaie a gas
  • Un’estensione da oltre 120 milioni di sterline dell’attuale Pier 6 nel Terminal Nord per fornire otto nuovi stand per aeromobili serviti dal molo
  • Un programma da 70 milioni di sterline per riabilitare le vie di rullaggio aeroportuali, con la resilienza dell’aeroporto ulteriormente migliorata con una nuova Rapid Exit Taxiway, riducendo l’occupazione delle piste e i tempi di rullaggio degli aerei
  • Un nuovo parcheggio multipiano da 44,2 milioni di sterline, 3.250 posti auto nel North Terminal, che aprirà nell’autunno 2024
  • Un importo da 10 milioni di sterline più la riqualificazione della sala partenze del Terminal Nord che dovrebbe essere completata nel 2024

Anche la domanda di pianificazione di Londra Gatwick (nota come Development Consent Order (DCO)) per portare la sua pista settentrionale esistente in uso di routine è stata accettata per un esame dettagliato dall’Ispettorato della pianificazione il 3 agosto e sarà ora esaminata in dettaglio da un gruppo di ispettori indipendenti. Un’applicazione di successo porterebbe sia resilienza che capacità aggiuntiva, generando anche circa 14.000 nuovi posti di lavoro e 1 miliardo di sterline per l’economia della regione ogni anno.

Stewart Wingate, Chief Executive Officer, London Gatwick, ha dichiarato: Abbiamo lavorato a stretto contatto con i nostri partner per assicurarci che l’aeroporto fosse ben dotato di risorse prima dell’estate. Questo e il duro lavoro dei nostri colleghi in prima linea ci hanno aiutato a fornire ai passeggeri un buon livello di servizio, nonostante un ambiente operativo difficile in gran parte dell’Europa.

“Continueremo a lavorare a stretto contatto con i nostri partner aeroportuali per migliorare la puntualità, supportati dai progetti del nostro nuovo programma di investimenti di capitale per costruire la resilienza aeroportuale e la crescita sostenibile a lungo termine. A questo proposito, sono lieto che la nostra domanda di pianificazione per portare la nostra pista settentrionale esistente in uso di routine sia passata alla fase di esame.

“È anche promettente vedere la ripresa dell’aeroporto continuare, poiché ancora una volta forniamo ai passeggeri una scelta più ampia. Quarantanove compagnie aeree ora volano dall’aeroporto verso oltre 200 destinazioni, tra cui 50 rotte a lungo raggio.

NOTE

  1. Le recenti aggiunte alla rete a lungo raggio di Londra Gatwick includono servizi norvegesi per San Francisco, Washington DC, Boston e Los Angeles, servizi Air India per Goa, Ahmedabad, Amritsar e Kochi (Cochin), voli Air China per Shanghai e servizi Saudia per Jeddah.
  2. Una consultazione della CAA si è recentemente conclusa sulla proposta di Londra Gatwick di estendere l’attuale quadro “Contratto e impegni” dell’aeroporto. La proposta fornirà certezza alle compagnie aeree in modo che possano pianificare, investire e crescere meglio, garantendo al contempo un ottimo servizio, una scelta e prezzi competitivi per i passeggeri.
  3. L’importante riqualificazione della stazione ferroviaria di Londra Gatwick sarà completata nei prossimi mesi e migliorerà l’accessibilità, ridurrà il sovraffollamento e aiuterà il 50% dei passeggeri ad andare e tornare dall’aeroporto in treno entro il 2030.
  4. L’aeroporto ha anche lanciato un marchio e una visione rinnovati nella prima metà dell’anno, rafforzando la sua attenzione sulla semplificazione del viaggio dei passeggeri.