Luke Air - Blue Panorama

Blue Panorama perde il COA, cessando di esistere

  • 12 mesi fa
  • 2minuti

Una compagnia aerea senza un COA, con un brand di poco valore, cessa di esistere a tutti gli effetti, Enac non ha rinnovato il COA di Blue Pasnorama e con nessun compratore interessato, i commissari hanno avviato la procedura di licenziamento collettivo.

Non ha alcun senso infatti, come non lo aveva con Alitalia ed Air Italy, mantenere il personale della compagnia nel libro paga, senza alcuna possibilità concreta di poter tornare a volare, in questo caso come in qualsiasi altro settore si dovrebbero attivare gli ammortizzatori sociali come la Naspi, prevista per tutte le categorie e non la troppo cara Cassa integrazione, che si attiva invece in periodi transitori, quando una società è in difficoltà.

Non possiamo che essere solidali con i 221 dipendenti rimasti, ma non possiamo illuderli che ci sia un futuro per Blue Panorama, come non possiamo ancora una volta dare una corsia preferenziale per sussidi onerosi per le casse dell’Inps, è giusto invece utilizzare gli ammortizzatori sociali in caso di disoccupazione.

Non ci potrà essere trattativa sindacale in grado di prolungare la cassa integrazione che scade a dicembre 2023, non sarebbe giusto verso le migliaia di persone che in Italia si ritrovano senza lavoro e con meno di 1000 euro al mese, quando sono fortunati di Naspi, terminata la quale, la situazione diventa ancora più pesante.

La richiesta di licenziamento collettiva è stata firmata dai tre commissari giudiziali (Claudio Ferrario, Valeria Ornaghi e Salvatore Sanzo), il 23 maggio e prevede il licenziamento collettivo (tra piloti, assistenti di volo e di terra e impiegati) di 116 lavoratori basati a Roma Fiumicino, 89 a Milano Malpensa, 13 presso la sede di Somma Lombardo e tre unità presso gli uffici di Milano.