Delta

Delta sperimenta tecnologia di Aero Design Labs

Tempo di lettura 2 minuti

Delta sta compiendo un altro passo avanti verso il suo obiettivo di zero emissioni nette entro il 2050 testando la nuova tecnologia di riduzione della resistenza aerodinamica di Aero Design Labs.

Delta la utilizzerà sulle sue flotte di Boeing B737-800 e B737-900, riducendo la resistenza, migliorando l’aerodinamica e quindi consumando mendo carburante durante il volo.

Il memorandum d’intesa tra Delta e Aero Design Labs, include test e certificazione FAA della tecnologia per gli aeromobili 737-800 Delta a partire dal primo trimestre del 2023, seguiti dalla flotta B737-900 nella seconda metà dello stesso anno.

Delta avrà la possibilità di acquistare kit ADRS Aero Design Lab previa certificazione per equipaggiare la maggior parte dei suoi oltre 200 aeromobili tra B737-800 e B737-900.

Questo fa parte dell’approccio generale di Delta all’adozione di azioni a breve, medio e lungo termine per raggiungere il nostro obiettivo di zero emissioni nette entro il 2050″, ha dichiarato Pam Fletcher, Chief Sustainability Officer di Delta. “La nostra partnership con Aero Design Labs è un ottimo esempio di come Delta continui a investire in nuovi modi per modificare le nostre operazioni per avere un impatto immediato sulla nostra impronta di carbonio oggi, mentre lavoriamo su soluzioni a lungo termine per decarbonizzare il nostro settore”.

Chris Jones, Chief Commercial Officer Aero Design Labs ha aggiunto: “Delta Air Lines ha una comprovata storia di leader del settore nell’innovazione e siamo orgogliosi di formalizzare il nostro accordo e partner nel processo per ottenere la certificazione FAA. Si tratta di una partnership formata da Delta e Aero Design Labs per contribuire agli obiettivi di riduzione delle emissioni nette di carbonio 2050 dell’International Air Transport Association (IATA)”.

Le operazioni di livello mondiale e le capacità tecniche uniche di Delta significano che solo nel 2022, Delta prevede di ridurre il consumo di carburante di oltre 10 milioni di galloni attraverso modifiche operative e della flotta, come l’ottimizzazione della velocità di volo, procedure di atterraggio migliorate, l’installazione di alette migliorate e pneumatici leggeri per il carrello di atterraggio.

Mahendra Nair, Senior Vice President – TechOps Operations & Supply Chain Management ha aggiunto: “Delta è entusiasta di espandere la nostra partnership con ADL per testare e certificare sia i kit di riduzione della resistenza del 737-900ER che quelli del 737-800NG, continuando il nostro investimento in miglioramenti dell’efficienza del carburante e della sostenibilità”.