Commissione Europea

Accordo UE-ASEAN per collegare 1,1 miliardi di persone

  • 1 anno fa
  • 3minuti

Oggi l’Unione europea e l’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN)1 hanno firmato un accordo globale sul trasporto aereo che aprirà maggiori opportunità e migliorerà la connettività aerea tra le due regioni, aggiornando nel contempo le norme e gli standard per i voli interessati. 

L’accordo si applicherà immediatamente fissando parametri di riferimento globali che impegnano tutti i 37 paesi delle due regioni a una concorrenza leale e al miglioramento delle condizioni sociali e ambientali, è l’ultimo esempio di una nuova generazione di accordi internazionali sul trasporto aereo. 

La firma significa nuove opportunità per i consumatori, le compagnie aeree e gli aeroporti sia in Europa che nei paesi dell’ASEAN.

La Commissaria per i Trasporti Adina Vălean ha dichiarato: “Questo primo accordo ‘da blocco a blocco’ sul trasporto aereo porta il partenariato UE-ASEAN nel settore dell’aviazione a un nuovo livello. Sosterrà la ripresa del settore aereo dopo la COVID-19 e ripristinerà il necessario connettività a beneficio di circa 1,1 miliardi di persone, consentendo maggiori scambi commerciali, commerciali, turistici e interpersonali. Sostituisce più di 140 accordi bilaterali sui servizi aerei, fornendo un unico insieme di regole e riducendo la burocrazia. Ci dà anche una nuova piattaforma per lavorare insieme verso il nostro impegno condiviso per un’aviazione economicamente, socialmente e ambientalmente sostenibile”.

Connettività più forte e parità di condizioni

L’ASEAN è una potenza economica globale con un mercato dell’aviazione in rapida crescita, nel 2019 è stato il 9 ° mercato più grande dell’UE per le merci e il 16 ° per i passeggeri con oltre 8 milioni di viaggiatori. 

L’introduzione di un quadro moderno per i servizi aerei tra l’Europa e l’Asia, che apra nuove opportunità garantendo nel contempo standard elevati, è quindi un investimento per il futuro.

L’accordo odierno prevede condizioni di parità e dovrebbe comportare nuove opportunità di trasporto aereo e vantaggi economici per entrambe le parti:

  • Sostituisce più di 140 accordi bilaterali sui servizi aerei, fornendo così un unico insieme di regole e riducendo la burocrazia. Gli Stati membri dell’UE senza accordi bilaterali con gli Stati dell’ASEAN sono ora coperti da un moderno quadro giuridico.
  • Tutte le compagnie aeree dell’UE potranno operare voli diretti da qualsiasi aeroporto dell’UE verso tutti gli aeroporti degli Stati dell’ASEAN e viceversa per le compagnie aeree dell’ASEAN. Ciò aiuterà le compagnie aeree dell’UE e dell’ASEAN a competere con i concorrenti che prendono di mira il redditizio mercato UE-ASEAN.
  • Le compagnie aeree potranno effettuare fino a 14 servizi passeggeri settimanali da o verso ciascuno Stato membro dell’UE e un numero qualsiasi di servizi cargo attraverso e oltre le due regioni, verso qualsiasi paese terzo (“diritti di traffico della quinta libertà”).
  • L’accordo include disposizioni in materia di concorrenza moderna ed equa per affrontare le distorsioni del mercato.

Entrambe le parti hanno anche riconosciuto l’importanza delle questioni ambientali e sociali, hanno convenuto di cooperare su di esse e di migliorare le rispettive leggi e politiche sociali e del lavoro.

Nel 2016 la Commissione ha ottenuto dal Consiglio l’autorizzazione a negoziare un accordo aereo a livello di UE con l’ASEAN. I negoziati si sono conclusi nel giugno 2021.

Simili accordi globali dell’UE in materia di trasporto aereo sono stati firmati con altri paesi partner, in particolare Stati Uniti, Canada, Qatar, Balcani occidentali, Marocco, Georgia, Giordania, Moldova, Israele, Ucraina e Armenia.

Per maggiori informazioni

Domande e risposte sull’accordo globale UE-ASEAN sul trasporto aereo

Relazioni aeronautiche internazionali dell’UE

1 Membri dell’ASEAN: Brunei Darussalam, Cambogia, Indonesia, Repubblica democratica popolare del Laos, Malesia, Myanmar, Filippine, Singapore, Thailandia e Vietnam.