SWISS

Piloti SWISS rifiutano proposta di contratto

Tempo di lettura 2 minuti

SWISS ha presentato all’associazione dei piloti Aeropers un’offerta per un nuovo contratto collettivo di lavoro (CLA), che rappresenta un miglioramento di oltre 60 milioni di franchi rispetto al precedente CLA proposto. 

Il comitato esecutivo di Aeropers ha respinto quest’ultima offerta ritenendola inadeguata e ha avanzato richieste per un totale di oltre 200 milioni di franchi. SWISS resta aperta a ulteriori negoziati. (nell’articolo aggiornamento al 22 settembre 2022).

La proposta di nuovo contratto collettivo di lavoro CLA2022 per il personale di cabina di pilotaggio di Swiss International Air Lines (SWISS) è stata respinta dai membri dell’associazione dei piloti di Aeropers a fine agosto. 

Da allora SWISS e Aeropers hanno avviato negoziati sulle modifiche alla proposta CLA2022. Martedì scorso SWISS ha presentato ad Aeropers un’offerta migliorata, che includeva:

  • misure per migliorare la compatibilità delle esigenze professionali con la vita privata per un valore di circa 30 milioni di franchi nell’arco della durata quadriennale del nuovo CLA proposto;
  • un’offerta per il trasferimento parziale delle componenti salariali variabili allo stato di retribuzione fissa, o in alternativa per l’aumento delle componenti salariali variabili se si raggiunge un margine EBIT rettificato compreso tra il 6 e il 12 per cento;
  • aumenti della retribuzione complessiva dei piloti (compresa la retribuzione variabile e i contributi previdenziali aziendali) compresi tra CHF 3000 e CHF 9000 all’anno, a seconda degli anni di servizio, un’azione che tiene debitamente conto anche degli attuali aumenti del costo della vita.

Miglioramenti per oltre 60 milioni di franchi rifiutati

Complessivamente, i miglioramenti della proposta CLA2022 precedentemente respinta offerti da SWISS valgono oltre 60 milioni di franchi per la durata del nuovo CLA pianificato, fatti salvi gli sviluppi del business. 

La nuova offerta è anche un miglioramento sostanziale rispetto al precedente Cockpit CLA del 2018. E viene realizzata nonostante il maggiore indebitamento dell’azienda a seguito della pandemia di coronavirus e nonostante le attuali incertezze nell’economia globale.

Per contro, le richieste attualmente avanzate da Aeropers aumenterebbero di oltre 200 milioni di franchi i costi complessivi del personale di cabina di pilotaggio di SWISS di circa 1 miliardo di franchi nel corso dei quattro anni previsti per il nuovo CLA. 

SWISS si rammarica del rifiuto della sua ultima offerta CLA da parte del comitato esecutivo di Aeropers. SWISS continuerà a perseguire il suo obiettivo di concludere un nuovo Cockpit CLA che sia nel migliore interesse sia dei suoi piloti che dell’azienda e rimane aperto a ulteriori negoziati.

Aggiornamento al 22 settembre 2022 da SWISS.

Poiché i partner non sono riusciti a raggiungere un accordo su un nuovo contratto collettivo di lavoro per il personale della cabina di pilotaggio dell’azienda, SWISS ha proposto una mediazione extragiudiziale all’associazione dei piloti di Aeropers.

Dopo oltre due anni di intense trattative, Swiss International Air Lines (SWISS) e l’associazione dei piloti Aeropers non sono riuscite a raggiungere un accordo su un nuovo contratto collettivo di lavoro per il personale di pilotaggio dell’azienda. SWISS rimane fermamente impegnata nel suo partenariato sociale ed è convinta che una soluzione comune possa ancora essere trovata nello spirito del compromesso svizzero, soprattutto perché entrambe le parti continuano ad affermare la loro apertura a ulteriori negoziati. Una soluzione comune di questo tipo garantirebbe stabilità ai piloti di SWISS, all’azienda e ai suoi clienti. 

In considerazione di ciò, e nell’interesse del mantenimento di un’efficace partenariato sociale a lungo termine, SWISS ha proposto oggi ad Aeropers di deferire la questione alla mediazione extragiudiziale. L’approccio sarebbe mirato a sviluppare una raccomandazione non vincolante nelle prossime settimane che presti il ​​dovuto e pieno rispetto agli interessi di entrambe le parti.