Flybe

flybe costretta a riprogrammare la S22, mancano aerei

Tempo di lettura < 1 minuto

E’ il CEO di flybe Dave Pflieger a comunicarlo direttamente ai clienti, scusandosi per i possibili disagi che questa decisione obbligata potrà causare ai clienti.

Non per un problema di personale, non per il caos in UK, ma le due società di leasing di aeromobili che sono state incaricate di fornire i velivoli aggiuntivi hanno comunicato a flybe di non essere più in grado di “adempiere ai loro impegni fino a dopo l’estate“.

“Come forse saprai, sono trascorsi 83 giorni da quando il nostro primo volo flybe ha preso il volo da Birmingham e Belfast, e oggi voliamo con clienti verso destinazioni da East Midlands, Leeds-Bradford, Glasgow, Edimburgo, Londra-Heathrow e Amsterdam.

flybe aveva in programma di aumentare i voli verso le città già servite e aggiungere nuove destinazioni come Aberdeen, Inverness, Newcastle e Southampton. Tuttavia non riceveranno i nuovi aerei in tempo e questo piano dovrà essere rimandato.

Per l’estate flybe è riuscita comunque a noleggiare due aerei, ma fa sapere il CEO: “non sono sufficienti e la mancanza di aerei aggiuntivi necessari per i nuovi voli significa che dobbiamo adattare il nostro programma di volo futuro.

Di conseguenza, flybe riduce il previsto aumento dei voli per il periodo dal 28 luglio al 29 ottobre. 

“Questa non è una decisione che ho preso alla leggera e, come ti aspetteresti, siamo in conversazioni quotidiane con tutte le parti coinvolte per vedere se qualcosa potrebbe cambiare che ci permetterebbe di riprendere i nostri piani originali in una data precedente.

Detto questo, dati i fatti attuali, credo che sia essenziale agire ora per assicurarti di avere abbastanza tempo per modificare i tuoi programmi di viaggio, essere risistemato su un volo diverso o, se non lo desideri, ottenere un rimborso completo.£

Dave Pflieger
CEO