Aeroporto di Cagliari

Una biblioteca in aeroporto? Proprio cosi! Dove? a Cagliari!

Tempo di lettura 4 minuti

L’idea è del CEO di SOGAER Renato Branca, che l’ha condivisa con alcuni colleghi delle società del gruppo, utilizzare uno spazio in area land side in un modo diverso, in un modo nuovo, per rendere l’aeroporto un luogo vivo e non solo di transito, con uno spazio dedicato alla lettura e ad eventi, aperto a tutti, ai passeggeri e alla comunità locale.

Nasce così la biblioteca dell’aeroporto di Cagliari, dopo AmsterdamTallin ed Istanbul, ma l’unica in un aeroporto italiano.

Dal 01 luglio 2021, data di apertura, a fine maggio 2022, sono stati registrati 2500 ingressi con un prestito complessivo di quasi 500 volumi.

Cagliari Airport LIbrary, una biblioteca all’interno dell’aeroporto di Cagliari nell’area partenza land-side.

Book Sharing

Non una semplice biblioteca, oltre a circa 2500 volumi che possono essere presi in prestito per un massimo di 1 mese, i lettori troveranno esposti un migliaio di volumi in “book sharing”.

I passeggeri in questo caso sono invitati come nel meccanismo tradizionale del book Sharing a condividere un libro, lasciandone uno già letto e prendendone uno da leggere, condividendo così un libro con altri lettori.

Cagliari Airport LIbrary, una biblioteca all’interno dell’aeroporto di Cagliari nell’area partenza land-side, in questa foto l’area dedicata al Book Sharing.

L’Autismoteca

Renato Branca mi ha confidato che “oltre ad essere la prima biblioteca aeroportuale in Italia, ed una delle prime in Europa, siamo la prima “autismoteca” aeroportuale in Europa. L’autismoteca, inaugurata lo scorso ottobre, è la sezione interamente dedicata alle persone autistiche con testi in CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa) in cui alle parole del testo alfabetico corrispondono simboli grafici.

Quest’anno l’1 e il 2 aprile 2022 l’aeroporto si è illuminato di blu per una serie di appuntamenti promossi dalla Sogaer in collaborazione con l’associazione Diversamente Odv ed hanno coinvolto negli spazi della Cagliari Airport Library, laboratori ed incontri a cui hanno partecipato bambini e ragazzi in età scolare e le loro famiglie.

Sogaer è coinvolta attivamente in questo progetto, non solo nell’autismoteca, ma anche in un attività particolare che viene svolta con i passeggeri autistici, il personale dell’aeroporto di Cagliari infatti, durante tutto l’anno e su richiesta, accompagna i viaggiatori autistici, prima del volo, per fare in modo che conoscano il luogo dal quale dovranno partire e il giorno del volo, non lasciandoli mai soli.

Vorremmo – spiega Renato Branca, CEO di Sogaer – che in aeroporto si sentissero a proprio agio davvero tutti. Migliorare l’esperienza di viaggio dei passeggeri con autismo e dei loro accompagnatori è un obiettivo che si persegue con percorsi dedicati, personale attento, accogliente e adeguatamente formato ma, soprattutto, con tanta consapevolezza: contiamo che gli eventi che abbiamo organizzato sul tema dell’autismo possano contribuire in tal senso“.

Non una semplice “biblioteca

Vi ho solo esposto alcuni dei motivi per cui la Cagliari Airport Library, non e’ una semplice biblioteca.

La maggior parte dei libri sono stati donati da diverse case editrici coinvolte da Renato Branca, quando per concretizzare la sua idea, invio una lettera a molte case editrici, piccole e grandi, molte hanno risposto positivamente, donando i loro libri.

All’inaugurazione del 25 giugno 2021, erano presenti oltre ai vertici SOGAER e della Camera di Commercio: Alessio Quaranta, direttore generale ENAC, Christian Solinas, PresidenteRegione Autonoma della Sardegna, Gianni Chessa, Assessore del Turismo, Artigianato e Commercio Regione Autonoma della Sardegna, Antonio Ena, sindaco di Elmas e lo scrittore Francesco Abate.

L’amministratore delegato SOGAER, Renato Branca il giorno dell’inaugurazione dichiarò: “Presentiamo con orgoglio questo progetto nato soprattutto per ampliare la gamma di servizi offerti dall’Aeroporto di Cagliari e volti a rendere sempre più gradevole l’esperienza dei nostri passeggeri, ma anche con l’ambizione di far diventare l’aeroporto stesso una struttura sempre più integrata e funzionale al territorio e alla grande comunità aeroportuale, non un mero punto di arrivo o partenza, ma anche un luogo di permanenza. Ci impegneremo attivamente affinché la nostra biblioteca diventi un punto di incontro e scambio culturale, grazie a varie attività in programmazione, quali mostre ed esposizioni d’arte, fotografia ed artigianato. Daremo inoltre spazio alle letture pubbliche, a concerti e agli autori che vorranno presentare le loro opere. Voglio ringraziare personalmente la Regione Sardegna e la Fondazione Siotto, oltre a tutte le istituzioni e gli enti che ci hanno sostenuto, e gli editori, che hanno aderito con particolare entusiasmo a questo progetto, e hanno donato volumi fotografici, guide di viaggio, romanzi e libri per bambini.

Lo spazio ospita anche mostre, l’intento è esporre anche con la collaborazione del comune di Cagliari, l’arte e la cultura sarda, la prima è stata Visioni Concrete, una grande antologica su Ermanno Leinardi (1933-2006) curata da M. Dolores Picciau.

L’artista ha rappresentato per la città di Cagliari e per la Sardegna un simbolo della rivoluzione estetica portata avanti nei decenni Sessanta, Settanta da quei movimenti d’avanguardia, megafono di un rinnovamento del linguaggio e dei canoni estetici.

Quindi l’aeroporto come spesso io stesso scrivo nei miei articoli, non un semplice luogo di transitoma un complesso ecosistema, un luogo da vivere, che si può e si deve evolvere, adottando non solo le più moderne tecnologie, che rendono l’esperienza aeroportuale più sicura, fluida e piacevole per i passeggeri, ma si deve arricchire di spazi di interscambio e di cultura che lo rendono vivo, non dimentichiamo che parte di questo ecosistema sono anche i passeggeri che devono poter “vivere” i suoi spazi.

Gli aeroporti di oggi hanno subito e subiscono ancora, radicali trasformazioni rispetto al passato, si evolvono non solo per rispondere all’aumento dei passeggeri, ma anche alle sempre nuove esigenze delle persone che dal transitare, oggi vogliono viverlo, con una diversa esperienza in aeroporto.

Come effettuare la donazione di un libro

Oggi la biblioteca accetta donazioni di libri, tutti possiamo partecipare, in arrivo o in partenza da Cagliari portando con noi anche solo un libro, un bel libro ed in buone condizioni, i cittadini Cagliari anche se non devono partire, possono recarsi in aeroporto per donarli.

Si possono anche inviare via posta, per ogni informazione si può scrivere una mail a library@cagliariairport.it o telefonicamente al numero 07021121282.

Dove si trova la Cagliari Airport Library ?

Al primo piano, area partenza prima dei controlli di sicurezza.