Flair Airlines

Flair Airlines è canadese, la CTA conferma

  • 2 anni fa
  • 1minuto

La Canadian Transportation Agency (CTA) ha terminato le sue indagini, stabilendo che l’azionista americano 777 Partners LLC non controlla Flair, quindi la compagnia rispetta la normativa vigente sul controllo e può volare in Canada.

La più grande compagnia aerea low cost del Canada, rischiava di non poter più operare voli domestici nel paese, a causa di un sospetto della CTA sul controllo della società.

Analogamente alle compagnie aeree in Europa, solo i vettori controllati da azionisti europei sono autorizzati ad operare rotte all’interno dello spazio aereo europeo, tra paesi membri.

Secondo la legge federale canadese, almeno il 51% delle azioni di voto di una compagnia aerea nazionale deve essere canadese e non più del 25% degli interessi di voto può essere detenuto da una singola società o persona non canadese. 777, con sede a Miami, continua a possedere una partecipazione del 25% in Flair.

La decisione pone fine a mesi di speculazioni, ed il CEO di Flair Stephen Jones ha dichiarato: “Siamo entusiasti di ricevere oggi la decisione positiva dal CTA, che rafforza il fatto che Flair è una compagnia aerea canadese. La domanda ha avuto risposta. E ‘fatto.”