sustainable aviation

Il nuovo governo tedesco vuole aumentare tassa europea sull’aviazione

Tempo di lettura 2 minuti

Il nuovo governo tedesco, che a breve si insedierà, dopo la lunga cancellerie di Angela Merkel, vuole aumentare la tassa europea dell’aviazione, destinando gli introiti alla ricerca e ad incentivi per un aviazione sempre più sostenibile e green.

La Germania ha già una tassa verde sui voli instituita nel 2010, raddoppiata nel 2019 per i voli a corto raggio domestici ed imponendo una tariffa minima, il nuovo governo è intenzionato che questa tassa venga applicata a livello europeo.

Le intenzioni sono inserite nel documento di 177 pagiune che racchiude il programma di governo della coalizione di governo che sarà guidato dal socialdemocratico Olaf Scholz: “Siamo impegnati nell’introduzione di una tassa sul traffico aereo in tutta Europa, come quella tedesca“, si legge nel documento

In questo senso, sostiene che saranno compiuti progressi con l’Unione europea per garantire che i biglietti aerei non siano venduti a un prezzo inferiore a tasse, diritti e royalties.

Tuttavia, vista la grave crisi in cui la pandemia di COVID-19 ha sprofondato il settore, l’idea è che la tassa sul traffico aereo non entrerà in vigore fino a dopo il 2023.

In Germania lo stato ha raccolto ogni anno dall’applicazione della legge 1,2 miliardi di euro , le intenzioni del nuovo governo tedesco sono in linea però con quanto chiesto dall’industria dell’aviazione europea, ok a nuove tasse ma investirle nel settore, in ricerca ed incentivi: Utilizzeremo le entrate fiscali dell’aviazione per promuovere la produzione e l’uso di carburanti per l’aviazione a emissioni zero di CO2 , nonché per la ricerca, lo sviluppo e la modernizzazione della flotta nel settore dell’aviazione. Vogliamo che l’economia e l’industria dell’aviazione tedesche siano settori chiave e sostenibili. L’obiettivo è sviluppare un concetto di aviazione efficiente in un processo partecipativo completo per il 2030 sul futuro degli aeroporti in Germania e ridurre il numero di voli a breve distanza attraverso migliori collegamenti ferroviari “

Robert Habeck, co-leader del Partito dei Verdi, che sarà alla guida del nuovo superministero dell’Economia e del Clima e occuperà la carica di vicecancelliere, stava già avanzando la scorsa settimana presentando l’accordo che conciliava “il benessere con la protezione del clima” saranno alla base delle politiche del nuovo governo tripartito.