Alitalia

L’ultimo giorno della vecchia Alitalia

Tempo di lettura < 1 minuto

Penso non sia corretto dire che oggi è l’ultimo giorno di Alitalia, è più corretto dire e pensare, oltre ad averne la speranza, che oggi sia l’ultimo giorno della vecchia e costosa Alitalia.

Non possiamo dimenticare i miliardi di euro costata agli italiano, non potevamo ancora una volta salvarla, per non salvarla, un netto cambio di rotta e un taglio con il passato era necessario ed è quello che vuole l’Italia, Alitalia continuerà a volare sotto un altra forma e forse potremmo tornare a sorridere quando vedremo la sua livrea in aeroporti all’estero, o quando accompagnerà il papa nei suoi viaggi pastorali.

Oggi il volo AZ1586 operato con l’Airbus A320 EI-DSV che fu di Air One, partirà questa sera da Cagliari alle 22.05 e arriverà all’aeroporto di Roma Fiumicino alle 23:10, sarà l’ultimo volo di Alitalia in amministrazione straordinaria, non sarà l’ultimo volo di Alitalia.

In questi anni ne abbiamo viste di Alitalia, da domani ne vedremo un altra ancora che si chiamerà ITA e quasi sicuramente volerà con il noto brand Alitalia, di oggi la notizia che ITA ha offerto ai commissari di Alitalia 90 milioni di euro per acquistarlo, rispetto ai 290 milioni del prezzo iniziale del primo bando andato deserto sono sicuramente molti meno ma si avvicina di più al suo valore reale, 290 milioni era irrealistico.

Non sembra che ci siano altre offerte per acquisirlo, dobbiamo essere realisti, se non quasi regalato, il marchio Alitalia non serve a nessuna compagnia aerea, ma continuare a vederlo in volo e negli aeroporti è un desiderio dell’Italia, ma solo se questo vorrà dire BASTA aiuti dallo stato.

Foto copertina: Gianluca Mantellini Photos

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017