easyJet

easyJet: segnali positivi in Francia dal segmento Business

Tempo di lettura 2 minuti

Riprende il segmento business per easyJet in Francia, il 26% dei passeggeri a settembre, un dato simile al pre-covid.

Passeggeri che volano soprattutto verso destinazioni nazionali, il 58% dei viaggiatori d’affari easyJet vola su rotte nazionali, easyJet Europe rimane la seconda compagnia in Francia, dopo Air France per preferenza dalla clientela business.

Anche in Francia, sono le destinazioni domestiche a guidare la ripresa, lo si è visto nella S20 ed anche nella S21, easyJet in Francia ha 7 basi, riuscendo ad offrire una serie di voli la mattina presto e la sera, l’ideale per i viaggiatori d’affari che in giornata possono raggiungere una delle città europee servite e tornare a casa il giorno stesso, riuscendo ad avere il tempo sufficiente per la trasferta lavorativa.

Dalla Francia, easyJet serve 140 destinazioni di cui 40 in Francia e collega 21 aeroporti francesi.

Bertrand Godinot, Direttore Generale di easyJet per la Francia, ha dichiarato: “Siamo molto lieti di vedere segnali positivi di ripresa dei viaggi d’affari in tutta la nostra rete e in Francia più in particolare dove la quota di viaggiatori d’affari. affari ha raggiunto in media più del 30% e fino al 50% su alcune linee nazionali. La rete, gli orari, l’economicità e la politica ambientale dell’azienda sono innegabili asset della nostra offerta commerciale che abbiamo saputo consolidare e sviluppare negli ultimi vent’anni. easyJet è ben posizionata per catturare la domanda in generale, ma anche per i viaggi d’affari. Se guardiamo alle crisi precedenti che il nostro settore ha dovuto superare, Sappiamo che i voli a corto raggio stanno riprendendo più rapidamente e crediamo che la diversità della nostra offerta e i profili dei nostri clienti consentiranno al segmento business di aumentare con easyJet. Nel mondo post-Covid il rapporto qualità-prezzo è un criterio forte e l’offerta easyJet risponde a questa esigenza con un prezzo accessibile e opzioni rilevanti – come l’imbarco veloce – per i clienti business

In Francia easyJet ha raggiunto un accordo APLD che consentirà a Easyjet di continuare a beneficiare del parziale sostegno da parte dello Stato degli stipendi dei dipendenti con contratto francese che lavorano a tempo parziale. E questo fino al 2023, nessuno dei 1.800 dipendenti francesi perderà il posto di lavoro, l’accordo stipulato è simile al nostro contratto di solidarietà.

Foto: easyJet media – nella foto Bertrand Godinot, Direttore Generale di easyJet per la Francia

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017