Wizz Air

Un estate caotica per Wizz Air in Italia

Tempo di lettura < 1 minuto

Questa estate per Wizz Air non è stata sicuramente facile in Italia, un incremento considerevole del network, che la struttura operativa non è però riuscita a sostenere efficacemente.

Numerosi i disservizi segnalati dai passeggeri a causa di ritardi o cancellazioni, un estate che ricorda quella di altri vettori alle “prime armi”, ciò significa che la prossima estate, con un anno per prepararsi e risolvere i problemi di questa estate, Volotea insegna… imparare dagli errori per crescere e migliorare, le cose in Wizz Air, dovranno cambiare.

Non si può infatti non negare che durante questa estate, grazie agli spazi lasciati da alcune compagnie e un importante domanda per i voli domestici in Italia, Wizz Air abbia cercato, anche aprendo nuove basi e basando in Italia 17 aerei, di acquisire quote di mercato, lo hanno fatto, ma i problemi ci sono stati.

E’ importante infatti non nascondere i disservizi, saperli gestire e imparare dagli errori.

Wizz Air in Italia ha avuto anche problemi con il personale basato in Italia, non solo un numero insufficiente per operare l’operativo programmato, ma anche alcuni problemi non di poco conto con il personale per il trattamento retributivo ed il contratto, tutto ciò ha influito nel causare ritardi e cancellazioni.

Ora sarebbe troppo facile rispondere con “Wizz Air è cattiva” o con “Wizz Air deve ricordarsi di essere in Italia e non in Romania“, non lo farò, non avrebbe senso farlo, perchè son sicuro che qualcosa cambierà e nei prossimi mesi molto si sistemerà, l’alternativa per Wizz Air non è certo in linea con gli obbiettivi di crescita della compagnia in Italia e in Europa.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017