Wizz Air

Wizz Air: perdite per 482 milioni di euro

“Questo è stato probabilmente uno degli anni più difficili per l’industria aeronautica, pesantemente colpita dalle normative relative al COVID-19. Le entrate dell’F21 di Wizz Air sono diminuite del 73% e abbiamo subito una perdita di 482 milioni di euro. Nonostante queste sfide senza precedenti, abbiamo mantenuto il controllo della nostra struttura dei costi, preservato la nostra posizione di cassa e mantenuto il nostro bilancio investment grade. ha commentato József Váradi, amministratore delegato di Wizz Air Group

Durante l’F21 Wizz Air ha trasportato 10 milioni di passeggeri, una diminuzione del 75% rispetto all’anno fiscale precedente. I dati sui passeggeri e sulle entrate riflettono il netto calo della capacità durante l’anno a causa delle restrizioni ai viaggi in tutta Europa.

La flessibilità e la prontezza di reazione di Wizz Air è stata fondamentale durante l’intero anno, nonostante la Pandemia Wizz ha approfittato di nuove occasioni di mercato ed accellerato la sua espansione, in particolare in Italia.

Durante il 2020 la capacità ha avuto forti balzi in avanti ed indietro dall’80% in alcune settimane estive al 20% minimo delle altre.

Il Load Factor fortemente in calo rispetto al 2019 pari al 64%, mentre il ricavo medio per passeggero è migliorato del 5,2 percento a 72,6 € in F21.

La liquidità in chiusura dell’anno fiscale è di 1.617 milioni di euro, che rappresenta un consumo di cassa trimestrale di 84 milioni di euro durante l’ultimo trimestre (Q4 F21).

Commentando le prospettive della Società, József Váradi ha aggiunto: “Siamo cautamente ottimisti sulla ripresa dell’attività, che è iniziata più tardi di quanto avremmo voluto poiché le restrizioni relative al COVID-19 sono rimaste in vigore più a lungo del previsto. Pertanto, F22 continuerà ad essere un anno di transizione. Mentre il modello di ripresa continua a essere difficile da prevedere, le tendenze sono incoraggianti e noi siamo pronti come sempre. Abbiamo preparato l’azienda per essere un giocatore ancora più formidabile e per sfruttare la prossima fase di opportunità di mercato che attendono il post pandemia. Gli investimenti che abbiamo fatto nella nostra flotta e nella nostra rete negli ultimi 12 mesi daranno presto risultati. Prevediamo di volare per circa il 30% della nostra capacità nel primo trimestre dell’F22 e stiamo riprendendo tutti i voli che contribuiscono in contanti, soggetti alle restrizioni imposte dal governo. Inoltre, a meno che non assistiamo a una revoca accelerata e permanente delle restrizioni, prevediamo una perdita netta segnalata durante F22. Per F23 vediamo un forte ambiente di trading e prevediamo di operare a piena capacità .

Risultati al 31 marzo2021 2020 diff.
Passeggeri trasportati (milioni)10.240.0(74,6%)
Fatturato (milioni di €)739.02,761.3(73,2%)
EBITDA (milioni di €)(182.8)719,8nm*
Margine EBITDA (%)(24,7%)26,1%(50,8 punti percentuali)
Utile/(perdita) dell’esercizio (milioni di €)(576.0)281.1nm*
Margine di profitto/(perdita) (%)(77,9%)10,2%nm*
Utile/(perdita) d’esercizio sottostante (milioni di €)(482.4)344.8nm*
Margine di utile/(perdita) netto sottostante (%)(65,4%)12,5%nm*
RASK (€ cent)2.893.95(26,8%)
FUSTO CARBURANTE (€ cent)3.862.2770,0%
Cassa totale (milioni di €)1,616,61,496,38,0%
Fattore di carico (%)64,093.6(29,6 punti percentuali)
Flotta di fine anno13712113,2%
*nm: non significativo in quanto una varianza è maggiore di (-)100%.

Per tutti il rapporto completo dell’anno finanziario chiuso al 31 marzo 2021, qui

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017