Airbus

Airbus invia nuovi aiuti in India

Tempo di lettura 2 minuti

Impianti di ossigeno, ventilatori, unità di terapia intensiva mobili e non solo.

Airbus sta onsegnando oltre 36 tonnellate di attrezzature mediche aggiuntive alla Società della Croce Rossa indiana (IRCS) e dispiegando nuovo voli umanitari.

Airbus sta fornendo impianti di ossigeno, ventilatori, concentratori di ossigeno, respiratori BPAP e unità mobili di terapia intensiva (ICU), aumentando ulteriormente il proprio contributo individuale allo sforzo umanitario globale per affrontare la seconda ondata di infezione da COVID-19 in India. Un aereo di prova A350 ha consegnato mercoledì una parte della spedizione comprendente concentratori di ossigeno e ventilatori dalla sede di Airbus a Tolosa, in Francia. I restanti materiali provengono dall’India.

L’ultima missione è la seconda tranche di supporto di Airbus al Paese. La Società ha già contribuito con fondi a una risposta consolidata coordinata dall’ambasciata francese in India, che prevedeva la consegna di otto grandi generatori di ossigeno, ventilatori, pompe a siringa elettriche, filtri antibatterici e circuiti paziente nell’ambito di una spedizione da 28 tonnellate . Gran parte dell’attrezzatura è stata dispiegata e sta aiutando a salvare centinaia di vite in tutta l’India.

“Airbus sostiene l’India in solidarietà e servizio. Il nostro obiettivo è supportare non solo i nostri dipendenti, clienti e partner, ma anche il maggior numero possibile di persone in India“, ha affermato Rémi Maillard, presidente e amministratore delegato di Airbus India e Asia meridionale. “Questa è la nostra lotta comune contro il virus e noi di Airbus ci impegniamo a fare del nostro meglio per aiutare in questi tempi difficili per l’India e il mondo”.

L’ultimo contributo di Airbus comprende due impianti di generazione di ossigeno, 250 concentratori di ossigeno, 30 ventilatori, 100 respiratori BPAP e quattro unità di terapia intensiva su ruote. Airbus sta lavorando con il governo indiano e l’IRCS, l’agenzia nodale per la gestione degli aiuti internazionali, per garantire il regolare dispiegamento dei materiali.

Inoltre, la Fondazione Airbus è in contatto con partner di ONG internazionali e indiane per supportare qualsiasi esigenza di trasporto di materiali di soccorso dall’Europa. La Fondazione Airbus ha anche assicurato ore di volo in elicottero per spostare gli aiuti in India.

“La crisi è ancora in corso. La sua ricaduta dovrà essere gestita nei prossimi mesi”, ha detto Maillard. “I nostri partner delle ONG indiane stanno già valutando l’impatto a catena della crisi sui mezzi di sussistenza e sull’istruzione dei bambini. Airbus amplierà il loro supporto per affrontare le ulteriori sfide”.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017