SAS

SAS sposta la base Low-cost da Malaga a Copenaghen

Una dichiarazione di guerra per i sindacati danesi, SAS aveva creato la società SAIL in irlanda, che gestiva la base di Malaga e quella di Londra.

I contratti, la gestione operativa in SAIL non sono quelle della società madre SAS, ciò l’hanno resa redditizia con costi inferiori.

Lo spostamento della base SAIL a Copenaghen, permetterà a SAS di ridurre ulteriormente il costo del personale e operativo, con le condizioni più favorevoli di SAIL.

Christian Laulund, leader dell’associazione dei piloti commenta a E24: “È estremamente provocatorio per noi”

Giovedì scorso, SAS ha pubblicato i risultati del secondo trimestre, il CEO ad interim di SAS Karl Sandlund, ha spiegato che SAS si sta preparando per la fase successiva della pandemia e spiega: “SAS prevede cambiamenti significativi nelle condizioni di mercato dopo la pandemia, con un numero maggiore di viaggiatori leisure e una concorrenza ancora più intensa.”

SAS ha precedentemente effettuato tagli al personale, ora con la ripresa vorrebbe riassumere, utilizzando nuove condizioni nella base SAIL, nella trimestrale Sandlund scrive: “SAS prevede di creare nuovi posti di lavoro in Danimarca piuttosto che riaprire la base a Malaga, che è stata chiusa come conseguenza diretta della pandemia” aggiungendo che l’utilizzo della licenza d’esercizio europea assicurerà “un avvio rapido ed economico“.

Sandlund ci tiene a precisare a E24 che SAS dispone già di un nuovo contratto collettivo con la FPU danese per i piloti, che consente di spostare i posti di lavoro a Copenaghen.

Wizz Air è stata costretta a lasciare le operazioni domestiche in Norvegia, non solo per la forte competizione e la forte opposizione dei norvegesi (che hanno minacciato e a quanto pare poi lo hanno fatto, di boicottare la compagnia ungherese) ma anche per la cultura fortemente sindacalista e i livelli di retribuzione e diritti sul lavoro che nei paesi scandinavi sono molto alti, SAS quindi per competere allo stesso livello di compagnie aeree con costi operativi più bassi, in diretta competizione con SAS per le rotte leisure, come Norwegian per le sue basi Spagnole, anche SAS, ha creato una società irlandese, la SAIL per ridurre i costi.

Questa operazione portata in casa a Copenaghen, porterà a SAS benefici in termini economici e di flessibilità anche nelle operazioni scandinave, una scelta dettata anche dal nuovo scenario che vedremo post pandemia, dove il mercato sarà molto più soggetto dalla clientela e dalle destinazioni leisure, la fetta business si assottiglierà, quindi la stagionalità diventerà più evidente rispetto a prima.

SAIL dovrebbe utilizzare secondo quanto si è appreso i nuovi aeromobili Airbus neo ordinati da SAS. diversi li ha già ricevuti.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017