easyJet

easyJet semestrale chiusa al 31 marzo 2021

Tempo di lettura 3 minuti

easyJet ha diffuso oggi i risultati del H2 2021, in linea con le aspettative e con una liquidità significativa, come anticipato qualche giorno fa, si conferma che il cash flow è migliore delle previsioni.

Nel semestre easyJet ha continuato il suo programma di ristrutturazione dei costi, che ha permesso di ridurli ulteriormente, il continuando a fornire un importante programma di ristrutturazione e riduzione dei costi, il numero di passeggeri è diminuito dell’89,4% a 4,1 milioni (H1 2020: 38,6 milioni).

A causa delle restrizioni e della bassa domanda, la capacità1 è diminuita dell’85,0% a 6,4 milioni di posti, il 14% dello stesso semestre del 2019, anche il Load factor è diminuito di quasi 27 punti al 63,7%.

Fortissimo calo del fatturato, che riflette la ridotta capacità e il basso LF, il fatturato totale è diminuito del 90% a£ 240 milioni (H1 2020: 2.382 milioni di sterline) con entrate da passeggeri in calo del 91% a £ 170 milioni e ricavi accessori in calo dell’87% a £ 70 milioni.

Altre compagnie hanno fatto meglio per quanto riguarda le ancillary, easyJet in questo caso va quindi un po controtendenza.

Un ottima performance invece per i costi che sono diminuiti del 59% a£ 844 milioni (H1 2020: £ 2.041), guidato da una diminuzione della capacità volata e dai risparmi di materiale ottenuti in molte aree dell’attività dal principale programma di riduzione dei costi di easyJet, il programma di riduzione dei costi di easyJet mira a fornire circa 500 milioni di sterline di risparmio nel FY’21.

Passiamo al punto più dolente, le perdite: perdita complessiva prima delle imposte di£ 701 milioni (H1 2020: £ 193 milioni perdita), in linea però con le previsioni.

Il bilancio rimane solido, con una liquidità totale raccolta durante la pandemia di 5,5 miliardi di sterline, il debito pesa per 2 miliardi di sterline, rispetto allo scorso anno è cresciuto di 1,5 miliardi (H1 2020: indebitamento netto di £ 467 milioni) il rating del credito rimane investment grade.

Johan Lundgren CEO di easyJet
Johan Lundgren, amministratore delegato di easyJet

Commentando i risultati, Johan Lundgren, amministratore delegato di easyJet, ha dichiarato: “Con i viaggi di piacere che decollano in UK ancora una volta all’inizio di questa settimana, dove siamo il più grande operatore dei paesi della lista verde e con così tanti governi europei che allentano le restrizioni per aprire nuovamente i viaggi, siamo pronti ad aumentare in modo significativo i nostri voli per l’estate al fine di massimizzare le opportunità che vediamo in Europa. Abbiamo la capacità di flettere rapidamente per gestire il 90% della nostra flotta attuale durante il periodo estivo di punta per soddisfare la domanda. Sappiamo che c’è una domanda repressa – l’abbiamo visto di nuovo quando i paesi della Green List sono stati rilasciati e hanno aggiunto più di 105.000 posti a sedere – e quindi non vediamo l’ora di poter aiutare molte più persone a viaggiare quest’estate con il supporto del nostro leader del settore politiche flessibili per i clienti, il che significa che possono prenotare con fiducia.  Negli ultimi sei mesi, abbiamo intrapreso con successo un importante processo di ristrutturazione e riduzione dei costi, oltre a mantenere un bilancio di livello investment-grade con una liquidità significativa e gestire il nostro cash burn 1 migliore delle aspettative. Ciò ha prodotto risultati in linea con le indicazioni. La nostra agilità , marchio di fiducia e valore famoso significa che siamo in una buona posizione per riprenderci nella ripresa “.

Outlook

Passiamo alle previsioni, easyJet sulla base delle attuali restrizioni di viaggio nei mercati in cui opera, prevede di volare per circa il 15% dei livelli di capacità del 2019 nel terzo trimestre con l’aspettativa che i livelli di capacità inizieranno ad aumentare da giugno in poi. Gli annunci tardivi di modifiche alle restrizioni di viaggio avranno un impatto sui fattori di carico a causa di aggiunte / cancellazioni tardive di capacità per soddisfare l’aumento della domanda, determinando un comportamento di prenotazione ancora più tardivo. 

easyJet assicura che sta mantenendo una notevole flessibilità per aumentare o diminuire rapidamente la capacità a seconda dell’eliminazione delle restrizioni di viaggio e della domanda prevista, con la flessibilità per massimizzare le opportunità europee. 

Questo aumento comporterà un aumento dei costi variabili durante il terzo trimestre, poiché i piloti e l’equipaggio rientreranno nel libro paga della compagnia aerea in vista dell’alta stagione estiva nel quarto trimestre.

 H1 2021H1 2020Variazione Favorevole / (sfavorevole)
Capacità (milioni di posti)6.442.7(85.0)%
Fattore di carico (%)63.790.3(26.6)ppts
Passeggeri (milioni)4.138.6(89.4)%
Ricavi totali (milioni di sterline)2402.382(89.9)%
Perdita complessiva prima delle imposte (milioni di £)(701)(193)(264.4)%
Perdita totale prima delle imposte (milioni di £)(645)(353)(82,7)%
Perdita di base per azione (pence)(127.2)(49.4)(157.5)%
Entrate della compagnia aerea per posto 5 (£)36.9355.60(33.6)%
Entrate della compagnia aerea per posto a valuta costante 6 (£)36.0055.60(35.3)%
Costo del titolo della compagnia aerea per posto (£)145.0059.75(142.7)%
Costo del biglietto aereo per posto a sedere escluso carburante a valuta costante 4 (£)133.0747.24(181.7)%
Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017