Droni

Royal Mail testerà i droni per il trasporto di…

Tempo di lettura 3 minuti

Royal Mail è il primo corriere nel Regno Unito a consegnare la posta su un’isola del Regno Unito con un drone autonomo che vola per 70 miglia alle isole Scilly. 

Royal Mail ha anche sperimentato i primi voli tra le isole con un drone di decollo e atterraggio verticale più piccolo. Royal Mail utilizzerà velivoli UAV (Uncrewed Aerial Vehicle) per consegnare dispositivi di protezione individuale (DPI), kit di test COVID e altra posta alle isole Scilly.

Il progetto è finanziato dal governo1, sviluppato in collaborazione con DronePrep, Skyports, Consortiq Limited, University of Southampton, Excalibur Healthcare Services e Windracers Limited, inizialmente si concentrerà in particolare sull’aiutare a combattere la pandemia fornendo DPI e test kit per le comunità più vulnerabili e remote delle isole.

Il drone Windracers è anche in grado di ospitare posta della maggior parte delle forme e dimensioni, consentendo il trasporto di posta alle isole come parte della prova.

Il progetto unisce per la prima volta due società pionieristiche che hanno precedentemente agito in risposta alla sfida del Regno Unito al COVID-19 – Windracers e il braccio di consegna dei droni della compagnia di mobilità aerea Skyports. Mostrerà come gli UAV di diverse dimensioni potrebbero essere utilizzati per completarsi a vicenda in futuro.

I voli del drone arriveranno alle isole Scilly nell’aeroporto di St. Mary’s, potrà trasportare fino a 100 kg di posta e volare anche in situazioni meteo avverse , un drone VTO più piccolo, gestito da Skyports, verrà invece utilizzato per il trasporto di oggetti in una serie di punti di consegna in tutte le isole.

Se la sperimentazione avrà successo, la tecnologia sarà presa in considerazione da Royal Mail per aiutare a identificare le opportunità per supportare i postini e le postine nelle consegne in aree e indirizzi molto remoti in tutto il Regno Unito.

A dicembre, Royal Mail è diventato il primo corriere di pacchi del Regno Unito a livello nazionale a consegnare un pacco per i destinatari tramite drone a un faro remoto sull’Isola di Mull in Scozia. Nei prossimi mesi verrà avviata una consultazione con i residenti sull’uso dei droni per la consegna alle comunità rurali dell’isola.

Il drone utilizzato da Royal Mail per trasportare posta e dispositivi medici alle isole Scily, nella foto il drone è in un volo di prova al Predannack Airfield in Cornovaglia il 13 aprile 2021

Amy Richards, postina locale per le Isole Scilly, ha dichiarato: “È fantastico essere coinvolti in questa iniziativa. Ci sono alcune aree veramente remote su queste isole e questo è un modo fantastico per aiutarci a raggiungerle. È davvero importante per noi fare tutto il possibile per aiutare tutte le aree del paese a rimanere in contatto, specialmente in questi tempi difficili “.

Nick Landon, Chief Commercial Officer di Royal Mail, ha dichiarato: “Altre due importanti novità nel Regno Unito sono estremamente significative per noi e siamo incredibilmente orgogliosi di trovare modi per supportare le comunità più remote e isolate che serviamo. Questo fa parte della nostra costante spinta a incorporare le tecnologie migliori e più innovative nella nostra rete. Abbiamo assistito a un enorme aumento del volume dei pacchi dall’inizio della pandemia, e questo è solo uno dei modi in cui stiamo cercando di supportare i nostri postini e postine nel fornire servizi rapidi e convenienti per tutti i nostri clienti riducendo le nostre emissioni di carbonio . “

Il ministro per le imprese Paul Scully ha dichiarato: “Il Regno Unito è in prima linea nella rivoluzione dell’aviazione, sviluppando tecnologie più nuove e più efficienti in termini di consumo di carburante. Il “ponte aereo” della Royal Mail per le Isole Scilly non solo collegherà comunità isolate e rurali, ma mette in mostra i potenziali droni del mondo reale per trasformare veramente le nostre vite. Sostenute da finanziamenti governativi, sono iniziative come queste che ci aiuteranno a sconfiggere COVID-19 ea ricostruire meglio dalla pandemia “.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017