Covid-19 Europa UE

Green Pass: concordate le specifiche tecniche

Tempo di lettura < 1 minuto

Un mese dopo la proposta della Commissione per un certificato verde digitale, i rappresentanti degli Stati membri nella rete eHealth hanno concordato linee guida che descrivono le principali specifiche tecniche per l’attuazione del sistema.

Si tratta di un passaggio cruciale per la creazione dell’infrastruttura necessaria a livello dell’UE. Parallelamente, gli Stati membri sono incoraggiati a mettere in atto le soluzioni tecniche necessarie a livello nazionale.

È della massima importanza portare avanti i lavori sull’attuazione tecnica, parallelamente al processo legislativo in corso, per garantire l’introduzione dei certificati verdi digitali in tutta l’UE entro giugno 2021.

Le specifiche tecniche concordate coprono la struttura dei dati e i meccanismi di codifica , compreso il codice QR, che garantirà che tutti i certificati, digitali o cartacei, possano essere letti e verificati in tutta l’UE.

Le linee guida descrivono anche il gateway istituito dalla Commissione, che consentirà la condivisione delle chiavi di firma elettronica in modo che l’autenticità dei Green Digital Pass possa essere verificata in tutta l’UE. Nessun dato personale dei titolari del certificato passerà attraverso il gateway, poiché non è necessario per la verifica.

Le linee guida descrivono le implementazioni di riferimento per il software open source per l’emissione di Certificati Verdi Digitali, di un’app di riferimento per verificare i certificati e un modello per un’app wallet per i cittadini per archiviarli.

Le linee guida sulle specifiche tecniche adottate nella rete eHealth , una rete volontaria che collega le autorità nazionali responsabili della sanità elettronica, si basano sullo stretto lavoro della Commissione con gli Stati membri.

Il passo successivo dal punto di vista tecnico è ora la creazione dell’infrastruttura nazionale.

Dopo una fase pilota a maggio, il gateway dell’UE dovrebbe essere pronto a partire da giugno per consentire agli Stati membri di utilizzarlo.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017