Covid-19 Regno Unito UK

Ai britannici che viaggeranno all’estero, 5.000 £ di multa.

I britannici che lasceranno il paese per una vacanza all’estero, prima della data di apertura ai viaggi internazionali, riceveranno una sanzione di 5.000 sterline, in base ad una nuova legge che potrebbe essere approvata giovedì.

I viaggi all’estero per i britannici sono e saranno vietati fino al momento in cui la Global Task Force e il governo confermeranno una data, al momento non prima del 17 maggio, ma la legge sarà in vigore fino al 30 giugno.

La nuova legge sarà votata giovedì, se approvata, entrerà in vigore dal prossimo lunedì al 29 marzo.

Il segretario alla sanità intervistato da SkyNews, ma non è la prima volta, ne l’unico esponente del governo a prendere tale posizione, ha avvertito che al momento è “troppo presto per dire” ciò che la task force deciderà il prossimo 13 aprile e nelle successive riunioni, a causa del recente aumento delle infezioni da COVID in tutta Europa. “Il motivo è che stiamo assistendo a questa terza ondata in aumento in alcune parti d’Europa e stiamo anche assistendo a nuove varianti. È molto importante proteggere i progressi che siamo stati in grado di fare qui nel Regno Unito”.

Sui viaggi all’estero, la nuova legge afferma che nessuno può “lasciare l’Inghilterra per recarsi in una destinazione al di fuori del Regno Unito, o recarsi o essere presente in un punto di imbarco allo scopo di viaggiare da lì verso una destinazione al di fuori degli Stati Uniti. Kingdom “senza una scusa ragionevole.

A coloro che infrangono questa regola possono essere inflitte multe di £ 5.000, secondo il regolamento.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi