British Airways

Lo Smart Working e British Airways

La pandemia ha avuto qualche piccolo risvolto positivo, la scoperta per le aziende dello Smart Working, anche per British Airways, che consentirà al personale di lavorare in parte in ufficio e in parte da casa anche quando le condizioni torneranno ad essere quelle normali, in una nuova normalità.

Sarà garantita la flessibilità, probabilmente come quella pionieristica di AMEX in Italia, nella sua sede di Roma, di qualche anno fa.

BA ha capito come anche molte altre grandi aziende, che le enormi sedi e i numerosi uffici, sono un costo che si può ridurre notevolmente con lo Smart Working e il co-working, non è un caso che le società che gestiscono tali spazi, stanno iniziando a fare ottimi affari, esplorando con successo nuove soluzioni e nuove fette di mercato.

British Airways sta quindi sondando il campo per la vendita del suo enorme quartier generale Waterside vicino all’aeroporto di Heathrow, dove lavoravano circa 2000 persone (pre-covid).

Non è chiaro se un ufficio così grande giocherà un ruolo nel nostro futuro“, ha detto BA in un messaggio al proprio personale.

Stuart Kennedy, il direttore delle persone della compagnia aerea, ha detto in un messaggio al personale che uno dei pochissimi aspetti positivi emersi dalla pandemia era il modo in cui il personale aveva affrontato il lavoro da casa. “Vorremo considerare quale sarà la disposizione ideale dell’ufficio per il futuro. Forse si tratta di scrivanie meno fisse e aree di incontro più informali, e dobbiamo considerare anche il benessere dei colleghi”, ha detto.

Tuttavia, ha sottolineato che i piani per vendere Waterside erano ancora in una fase iniziale. Si ritiene che la compagnia aerea abbia assunto consulenti immobiliari solo di recente per valutare le opzioni.

In una dichiarazione separata alla BBC, BA ha dichiarato giovedì: “La pandemia globale ci ha mostrato che molti dei nostri colleghi amano lavorare da remoto e vogliono continuare, e questo ha accelerato il nostro approccio all’offerta di modi di lavoro più agili e flessibili. Il nostro obiettivo è trovare un modello di lavoro ibrido che si adatti alla nostra attività, unendo il meglio dell’ufficio e del lavoro a distanza per le nostre persone. Abbiamo anche riorganizzato la nostra attività per uscire dalla crisi e stiamo valutando se ne abbiamo ancora la necessità per un quartier generale così grande. “

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi