Norse Atlantic Airways

Bjørn Kjos ci riprova con Norse Atlantic Airways

Bjørn Kjos ci riprova, quando lo vidi al Paris Air Show nel luglio 2019 in una conferenza con Airbus, si vedeva che era stanco, aveva appena anticipato il suo pensionamento, nessuno si sarebbe mai aspettato che dopo 2 anni tornasse al lavoro con un nuovo vettore.

Sicuramente la pandemia ha cambiato i piani di Bjørn, il nuovo scenario che si è venuto a creare anche in Norvegia con la decisione del vettore di non operare più voli a lungo raggio, ha convinto colui che ha inventato il low cost per il long-haul a tornare a lavorare per una nuova compagnia aerea: Norse Atlantic Airways.

Bjoern Kjos, fondatore ed ex CEO di Norwegian Air, detiene una partecipazione del 15% in Norse Atlantic, la maggioranza è in mano di Bjoern Tore Larsen, co-fondatore della società di somministrazione di personale OSM Aviation, società che forniva il personale anche alla stessa Norwegian.

Bjoern Tore Larsen co-fondatore di OSM Aviation, CEO di Norse Atlantic Airways

Norse Atlantic Airways mira ad iniziare le operazioni entro la fine del 2021 da New York, Los Angeles e Miami verso città europee tra cui Londra, Parigi e Oslo.

Obbiettivo del vettore è anche la quotazione in borsa a Oslo.

Larsen in un intervista dice di aver avuto l’idea di avviare una nuova compagnia aerea quando Norwegian ha annunciato che avrebbe probabilmente rinunciato al lungo raggio, piano poi confermato: “Ho pensato a lungo che fosse importante avere un player a basso costo per i voli transatlantici, ed era ormai prevedibile che Norwegian non avrebbe continuato a farlo” .

Boeing B787 Dreamliner

Utilizzerà come Norwegian i Boeing B787, molto probabilmente proprio quelli che erano in leasing a Norwegian, inizialmente saranno 12, contratti sono già stati stipulati per 9, il costo del noleggio è circa la metà di quello di Norwegian riferisce Larsen.Abbiamo una conoscenza del settore e ci siamo assicurati i Dreamliner con ottime condizioni […] circa la metà del prezzo“, ha affermato.

A Larsen è stato anche posto il problema dei motori Rolls-Royce Trent 1000 che dovrebbero comunque essere stati risolti, ma hanno causato a Norwegian non pochi problemi: “Norwegian è stata molto sfortunata con gli aerei. Abbiamo ricevuto rassicurazioni che i motori sono stati riparati e che Rolls-Royce ha risolto i problemi tecnici.

Bjoern Kjos

Bjoern Kjos per ora sarà sulla carta solo un azionista, ma chi lo conosce lo sa bene che si presenterà ogni giorno in ufficio e darà il suo importante contributo.

L’esperienza non manca a Bjoern Kjos e se ha fatto errori in Norwegian, con il lancio del lungo raggio low cost, saprà meglio di ogni altro contribuire a realizzare un modello di business che a differenza di quello iniziale di Norwegian, potrà essere profittevole in breve tempo.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi