easyJet

easy vorrei tanto tornare a capirti …

Tempo di lettura 2 minuti

Questa vuole essere una “lettera ad un amica” che non comprendo più.

Vi e’ mai capitato che un vostro affetto, improvvisamente cambia e non riuscite più a comprenderlo, sentendovi in qualche modo anche a disagio? A me sta succedendo questo con la mia “amica” easy.

Quindi ho deciso di scrivergli una lettera…

Hai un potenziale enorme amica mia, sei diventata grande, ma qualcosa del tuo carattere devi cambiarlo, sai in 25 anni sono cambiate tantissime cose, il mondo e’ cambiato, te sei cambiata? Forse l’ultima volta con la maestra Carolin, eh si … li hai imparato tantissimo.

Poi hai visto quanto e’ cresciuto il settore? milioni e milioni e ancora milioni di passeggeri volano ogni anno, grazie anche a te, hai dato un contributo importante al settore e ti sei distinta su molti fronti.

Ma non ci sei solo te, c’è anche Ryanair, con al comando quel birbante di Michael e da qualche anno anche Wizz dove József vuole imitare Michael, che e’ e rimarrà inimitabile e poi non dimenticarti di Volotea che e’ capace di sorprendere continuamente con un team che abbraccio, sempre disponibile e alla mano, siete grandi! Vi amo!

Capisci easy ? Sono tutti in competizione con te e una sana competizione fa solo che bene, però devi avere il coraggio e essere meno lenta “amo” , tipico detto Milanese … lo so che ti piace Malpensa e li ti senti al sicuro, però ti consiglio di non nasconderti e non far finta di nulla, perché quel biricchino di Varadi se le inventa tutte, a lui piace giocare.

Mostra le tue carte, mostra la tua grinta! Voglio tornare a vedere l’ orange spirit, vorrei vederti sorridere di nuovo.

L’Italia e’ una parte del tuo cuore arancio.

Proviamo a vedere cosa possiamo fare per un margine soddisfacente senza abbandonare un aeroporto che ti ha dato tanto e a cui te stessa hai dato molto, qualche errore lo hai fatto … dai ammettilo 🙂 ma e’ normale sbagliare, si impara dagli errori e si aggiusta il tiro.

Sai devo ammetterlo, ultimamente mi hai tanto deluso, senza considerare che stai bistrattando la mia Venezia, senza aver voglia di metterti in discussione, no non va bene amica mia.

In aviazione e’ normale esplorare, non sempre va bene … e poi lasciamelo dire … sei un po’ lentina, ti serve un po’ di allenamento in più… e non c’è tempo, no non e’ colpa del Covid che ha chiuso le palestre, non trovare scuse 😁.

Poi hai un altro difettuccio, te lo sai quanto sono innamorato del l’inghilterra, te sei nata li, vendevi i biglietti al prezzo di un paio di jeans ricordi? Ma son passati 25 anni e te sei ormai europea ☺️.

Ricorda che i francesi non sono come gli inglesi, come gli italiani o gli spagnoli idem i tedeschi.

Quindi torna a comprendere anche loro e a conoscerli meglio, viaggia, esplora e trova il coraggio di esporti.

Michael morde, József fa i dispetti, Carlos e’ un simpaticone ( non ti montare la testa perché neanche te puoi raggiungere il re del low cost 😂) ma niente paura easy, c’è spazio anche per te!

Mi aspetto da te e dalle altre, grandi cose! La competizione fa bene a tutti, easy allenati di più, se vuoi ti consiglio un ottimo personal trainer 😜.

E torna a parlare con tuo papà! Lo so che ha un carattere difficile, ma devi saperlo prendere, poi con l’età si peggiora lo sai 🤣

Con affetto, Luca

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi