Aeroporti di Parigi Groupe ADP

Il 2B del CDG, ampliato e rinnovato è pronto

Tempo di lettura 2 minuti

Il terminal 2B è stato completamente ristrutturato ed ampliato, mantenendo intatta la struttura in cemento armato, progettata nel 1972 dall’architetto Paul Andreu.

Il terminal 2B fu chiuso nel 2013, gli spazi ridotti non lo rendevano più compatibile con l’aumento del traffico al CDG, per darvi un idea il vecchio 2B era identico al 2D utilizzato da easyJet.

I progettisti hanno voluto mantenere l’iconica struttura ad “astronave” pensata e disegnata da Andreu, un pò come lo storico terminal TWA del JFK che anche se non più utilizzato per le funzioni aeroportuali è stato completamente ristrutturato mantenendo intatto ogni dettaglio, anche Parigi ha nel terminal 1 e nelle strutture del terminal 2, due idee di terminal e di disegno architettonico da valorizzare e mantenere.

L’esigenza di ampliare gli spazi ed adattare le superfici e i servizi del terminal 2B è stata completamente soddisfatta dal progetto affidato ai team di ingegneri del gruppo ADP, dimostrando che è possibile con innesti architettonici moderni, mantenere strutture architettonicamente vincolate.

Gli interni del terminal 2B di Parigi CDG durante i lavori di ampliamento e ristrutturazione.

Al 2B è stato semplice, come si vede chiaramente nella foto, a destra la struttura preesistente, a sinistra quella di nuova costruzione, più che raddoppiati gli spazi della zona partenze e anche quella degli arrivi al piano terra.

Il team di ADP ha dimostrato che è possibile progettare un ampliamento di un terminal storico con un innesto moderno, che rispetta i più moderni criteri di eco sostenibilità e di bio-edilizia, rendendo nuovamente efficiente e compatibile con la crescita del traffico passeggeri, una struttura progettata 50 anni prima.

La struttura in cemento armato è stata ristrutturata, ma è rimasta intatta.

Al centro della foto la nuova struttura che collega il vecchio terminal 2D al rinnovato terminal 2B di Parigi CDG ampliati e completamente rinnovati.

Inoltre, è stato creato un nuovo edificio ( lo si vede nel centro della foto qui sopra) che collega i terminali 2B e 2D di 25.000 m2, per nuove zone filtro, aree commerciali e lounge.

In totale sono stati oggetto di ristrutturazione ed ampliamento, quasi 50.000 metri quadrati, un’estensione di 2.500m2, tutte curve, per migliorare la luminosità delle sale d’imbarco.

Le facciate Sud e Ovest, con un telaio verticale sono state appositamente pensate per il massimo rendimento energetico dell’intero terminal.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi