easyJet

easyJet e SEPLA raggiunto accordo per i piloti spagnoli

Tempo di lettura < 1 minuto

L’accordo esclude esuberi tra i piloti delle basi spagnole fino a febbraio 2022.

Questo accordo regola gli aspetti fondamentali delle condizioni di lavoro dei piloti durante i prossimi mesi, tenendo conto dell’impatto di COVID nel settore dell’aviazione e delle prospettive di crescita di easyJet in Spagna. 

La scorsa settimana, ha ricevuto il voto favorevole del 92 per cento dei piloti easyJet in Spagna. 

L’accordo si impegna a mantenere i posti di lavoro dei piloti fino al 28 febbraio 2022 in cambio di una riduzione salariale dell’8 per cento all’intera forza lavoro, applicabile dal momento in cui la compagnia aerea inizia a recuperare la sua attività in Spagna. 

Nell’ottobre 2020 easyJet ha chiuso temporaneamente la base di Barcellona, ​​la più grande e l’unica permanente in Spagna, in attesa della ripresa del traffico aereo. Pertanto, sebbene la compagnia britannica mantenga un livello minimo di operazioni effettuate da equipaggi di altri paesi, tutti i piloti delle basi spagnole, attualmente non stanno volando, la base di Palma di Maiorca rimane chiusa durante la stagione invernale.

Con la chiusura temporanea della base di Barcellona, tutto il personale ha avuto accesso all’ERTE compresi i piloti, easyJet ha inoltre pagato un supplemento di stipendio per tutti i piloti, in modo da attutire, anche in parte, l’enorme perdita di potere d’acquisto che stavano vivendo.

D’altra parte, l’accordo riesce a mantenere le condizioni contrattuali dei piloti che attualmente lavorano nella base stagionale di Palma di Maiorca, essenziali per garantire il mantenimento di questa base e fornire stabilità a un personale che non può lavorare durante tutti i mesi del anno.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi