I Martiri dei Cieli I Martiri dei Cieli

“I Martiri dei Cieli”

Oggi vi parlo di un interessante iniziativa di tre assistenti dei volo, pensata per dare non solo un concreto aiuto a tutti i colleghi, ma soprattutto per rispondere ad ogni domanda o dubbio di chi vuole intraprendere questa carriera e creare una vera community.

Sembra quasi impossibile parlare proprio ora di nuove assunzioni, ma qualcosa si muove e per chi non conosce questo settore, saperne di più e ricevere anche un aiuto concreto, è importante.

Ho chiesto a loro di spiegarmi com’è nata l’idea di “I martiri dei cieli”, prima del sito è nato il gruppo in Facebook: “La pagina è nata quasi per gioco o per sfida, semplicemente perché dentro un gruppo whatsapp di colleghi condividevamo meme creati da noi o notizie curiose dal mondo dell’aviazione. Allora abbiamo deciso che l’audience potesse estendersi e arrivare a molti più utenti che condividessero con noi la passione per l’aviazione e chiaramente volessero farsi due risate con i nostri contenuti.

Dal 2018 siamo quindi molto attivi sulla nostra pagina Facebook, che è stata praticamente la nostra prima vera e propria fonte di comunicazione sino ad oggi. Quando lavori dentro un aereo linea devi sempre fare attenzione a dove metti i piedi, a cosa dici e come lo dici, e per cui abbiamo sempre dovuto mantenere l’anonimato (anche se uno di noi ora è uscito allo scoperto visto ciò che è successo a Norwegian).

Colgo l’occasione per inviare un caloroso “abbraccio” che manca a tutti noi in questa pandemia, a tutti i dipendenti Norwegian che in seguito alla decisione della compagnia, di non operare più il lungo raggio, hanno perso il loro posto di lavoro.

Dalla pagina Facebook al sito WEB? “Si… dopo due anni e mezzo di pagina abbiamo però capito che non potevamo fermarci lì, soprattutto vista la situazione del covid, abbiamo così deciso di discutere con un altro collega un po’ più ferrato in Digital marketing, che nel 2020 ci ha pian piano aiutato a capire come muoverci. Inoltre visto l’andazzo generale, abbiamo pensato fosse necessario creare uno strumento che in Italia ancora non c’è: ovvero un portale che potesse divulgare informazioni riguardante la ricerca e l’offerta di impiego come assistente di volo.

Abbiamo quindi da tre giorni messo online il nostro sito ufficiale, in modo che, chi purtroppo ha perso il proprio lavoro come uno di noi, possa già avere la speranza che seppur in poche compagnie, c’è ancora la possibilità di lavorare in questo campo. Lo abbiamo fatto sicuramente anche per noi, per non demoralizzarci, ma anche soprattutto per tutti quegli utenti che ci seguono e che scrivono in privato informazioni su come poter diventare assistente di volo o su quali aerolinee prediligere.

Non solo il sito WEB ma anche Instagram: “Abbiamo inoltre attivato un profilo Instagram in cui gli utenti possono interagire con noi con messaggi, mandarci le loro considerazioni, le loro immagini più belle che possiamo poi condividere il nostro profilo, e i giochi in cui possono interagire con noi.”

“Ci teniamo a precisare” spiegano “I Martiri dei Cieli“che stiamo facendo questo tutto da soli , abbiamo comprato un dominio web e tutti gli investimenti che abbiamo fatto, sono soldi usciti dal nostro portafoglio e non vogliamo assolutamente qualcosa indietro: non chiediamo soldi, non richiediamo assolutamente alcun compenso, l’unica cosa che chiediamo è un po’ di pazienza e di supportarci, soprattutto perché delle volte sappiamo che non siamo dei tipi molto “diplomatici” (ma stiamo migliorando anche in quello).

Avete già pensato a come sviluppare il sito e la comunity? “Il futuro? Bella domanda… A noi piacerebbe continuare con la nostra professione di assistente di volo e siamo assolutamente convinti che torneremo a volare quanto prima, tuttavia ci preme anche sviluppare ancora di più il nostro sito Internet aggiungendo contenuti riguardo i colloqui di lavoro, ovvero le esperienze di altri martiri che condividono la nostra passione per l’aviazione o che stanno lavorando come assistenti di volo; ci piacerebbe anche aggiungere degli articoli di blog interessanti riguardanti il mondo degli assistenti di volo e magari perché no offrire delle consulenze chiaramente improntate principalmente al colloquio senza richiedere una barca di soldi come fanno alcuni furbetti nel web o tramite le famose scuole per diventare assistenti di volo.

Perché la cosa più importante per ottenere un posto di lavoro come assistente di volo è quella di sapere cosa fare e cosa dire durante un colloquio, oltre che avere un CV fatto bene (e parlare quantomeno un inglese decente).

Attenzione ai corsi a pagamento

I martiri dei Cieli ci tengono a sottolineare e lanciare un “avvertimento” a chi sta cercando di entrare in questo settore, avvisandoli di fare molta attenzione ai corsi a pagamento che approfittando della crisi, dicono “stanno proliferando” ma “non servono a nulla“,

La quasi totalità delle compagnie aeree infatti, riconoscono quell’attestato, che non è una “certificazione” delle autorità nazionali dei singoli paesi, le compagnie aeree è ormai la norma, in fase di reclutamento organizzano loro stesse o danno mandato a società specializzate di effettuare il corso per la formazione.

Nessun altro corso sarà utile per un assunzione“, precisano i “Martiri dei Cieli”

“Siamo un cantiere aperto come lo è il nostro lavoro e speriamo di essere non solo fonte di ispirazione ma soprattutto di essere ispirati per offrire sempre più servizi e magari anche un po’ di buon umore che è praticamente quello che abbiamo fatto sino ad oggi” concludono.

Per chi volesse visitare il sito “I Martiri dei Cieliqui

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi