Wizz Air

Wizz Air: il boicottaggio è una violazione dei diritti…

Tempo di lettura < 1 minuto

La Norvegia violerebbe il diritto internazionale secondo Wizz Ai, che definisce la pressione sindacale “bullismo”.

Andras Rado, responsabile delle comunicazioni di Wizz Air ritiene che le campagne di boicottaggio contro la compagnia in Norvegia, siano da considerare “bullismo” e violano il diritto internazionale.

Il tentativo di utilizzare tattiche di boicottaggio e bullismo per costringere i dipendenti a organizzarsi è un’ovvia violazione dei loro diritti”, ha scritto Andras Rado, in un e-mail a Klassekampen1.

Klassekampen è un quotidiano norvegese, dichiaratamente di sinistra, che ha riferito di una campagna del movimento sindacale per convincere le autorità norvegesi a rifiutare alla compagnia aerea a basso costo di volare sul territorio nazionale in Norvegia.

Il ricorso professionale fa riferimento alla Convenzione ILO 87, che garantisce la libertà di associazione, ovvero il diritto dei dipendenti di un azienda di iscriversi ad un sindacato, e ritiene che fornisca una base per impedire a Wizz Air di operare in Norvegia.

Andreas Rado ha risposto al quotidiano e conferma che Wizz Air riconosce che le convenzioni internazionali tutelano il diritto dei dipendenti di organizzarsi, ma aggiunge: “Riconosciamo inoltre che la Corte europea dei diritti dell’uomo ha affermato che gli stessi principi tutelano il diritto dei dipendenti di non aderire a organizzazioni”.

Da qui la conclusione di Andreas “Il tentativo di utilizzare tattiche di boicottaggio e bullismo per costringere i dipendenti a organizzarsi è un’ovvia violazione dei loro diritti”.

1 Klassekampen Omstridt flyselskap mener boikottaksjoner kan være menneskerettsbrudd: WIZZ AIR SLÅR TILBAKE

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi