Rolls-Royce

Rolls-Royce sta testando un motore 100% SAF

L’aviazione e l’ambiente richiedono un nuovo livello di performance ambientale, il Sustainable Aviation Fuel (SAF) è una delle soluzioni e Rolls-Royce ha avviato una serie di test sui suoi motori per ampliarne l’uso, anche non miscelato.

La pandemia ha bloccato tutti a “terra”, ma non appena potremmo tornare a “volare” lo faremo, ma la compatibilità ambientale continua ad essere oggetto di dibattito, anche se spesso se ne parla senza averne le giuste competenze e conoscenze.

Torneremo a viaggiare e sicuramente avremo piacere di farlo in modo sempre più sostenibile, riconoscendo le fragilità del nostro pianeta, ma spero anche con maggiore coscienza del reale impatto inquinante del trasporto aereo, di quanto si sia investito e si stia ancora facendo per un aviazione sempre più green, che non smetterò mai di ricordare è un obbiettivo comune di tutti, comprese le compagnie aeree che in questo modo ridurrebbero anche i costi.

Si discute molto di aerei elettrici, a idrogeno come il “futuro dell’aviazionesi discute poco invece di quanto i nuovi motori, le nuove leghe utilizzate per costruire gli aerei ed anche i nuovi carburanti, riducano anche di oltre il 30% consumi ed emissioni e si sta lavorando per ridurli ancora, in particolare le emissioni.

La turbina a gas resta per il momento l’unica soluzione praticabile, ancora per molti anni.

SAF Sustainable Aviation Fuel

Ecco perché l’introduzione del carburante sostenibile per l’aviazione (SAF) è ora al centro del dibattito sul futuro del volo. Offre la prospettiva di interrompere la catena del carbonio per conciliare la necessità di viaggiare con la necessità di un aviazione sostenibile. 

Le emissioni nette di CO 2  del ciclo di vita di SAF non miscelato in questo test sono almeno del 75% inferiori rispetto al carburante per aerei convenzionale, e con l’avanzare dei metodi di produzione c’è la possibilità di ulteriori riduzioni negli anni a venire.

Nuovi test

Questo è il motivo per cui i nuovi test a terra che Rolls-Royce sta effettuando su un dimostratore di motori Rolls-Royce utilizzando per la prima volta il 100% di SAF sono così importanti.

Mirano a confermare che SAF non miscelato fornisce un contributo significativo al miglioramento delle prestazioni ambientali dei motori a turbina a combustibile. Al momento SAF è certificato solo per miscele fino al 50%, quindi una modifica per consentire il 100% di SAF sarebbe rivoluzionario in termini di sostenibilità.

I test, a Derby, nel Regno Unito, sono appena iniziati su un motore Trent 1000 che incorpora anche la tecnologia a combustione magra ALECSys (Advanced Low Emissions Combustion System).

Paul Stein, Chief Technology Officer di Rolls-Royce, ha dichiarato: “L’aviazione è una forza straordinaria per il bene, mantiene il mondo connesso, ma dobbiamo farlo in modo sostenibile. Se la produzione SAF può essere aumentata – e l’aviazione necessita di 500 milioni di tonnellate all’anno entro il 2050 – possiamo dare un enorme contributo per il nostro pianeta. Sappiamo che è un’impresa enorme e richiederà il lavoro di squadra tra una serie di parti interessate, tra cui l’aviazione, l’industria del carburante e gli enti governativi. Questi test sono un contributo al dibattito SAF, con l’obiettivo di dimostrare che i nostri motori attuali possono funzionare con il 100% di SAF come opzione “drop-in” completa, ponendo le basi per spostare tali combustibili verso la certificazione. “

Il SAF utilizzato nei test è stato prodotto da World Energy a Paramount, in California, fornito da Shell Aviation e consegnato da SkyNRG. Le consegne di carburante sono avvenute per tutto novembre e la prima prova del motore è avvenuta il 24 novembre.

I test dureranno fino al nuovo anno e mirano a confermare la piena operatività del motore con il carburante e monitoreranno anche le prestazioni e le emissioni.

ALECSys fa parte del programma dimostrativo di motori di nuova generazione UltraFan®, che offre un risparmio di carburante del 25% rispetto alla prima generazione di motori Trent. 

Il programma ALECSys è supportato dall’Unione Europea tramite Clean Sky e nel Regno Unito dall’Aerospace Technology Institute (ATI) e Innovate UK; il programma di test SAF al 100% è inoltre supportato da ATI, iUK e Gulf Aviation.

Gene Gebolys, CEO e fondatore di World Energy, ha dichiarato: “World Energy esiste per consentire ai leader di innovare fornendo i combustibili a basse emissioni di carbonio più avanzati al mondo. Rolls-Royce sta mettendo la sua abilità tecnologica al lavoro per capire come massimizzare il loro potenziale nei motori e siamo orgogliosi di supportarli “.

Theye Veen, amministratore delegato di SkyNRG, ha aggiunto: “Questo programma è un ottimo esempio di ciò che può essere ottenuto quando le aziende di tutta la catena del valore dell’aviazione che condividono l’ambizione di ridurre le emissioni lavorano insieme. In qualità di pioniere in SAF, SkyNRG incoraggia test innovativi come questo condotti da Rolls-Royce “.

Shell Aviation fornisce anche a Rolls-Royce lubrificanti AeroShell per il programma di test del motore ALECSys, Anna Mascolo, Presidente, Shell Aviation, ha commentato: “Per oltre 100 anni, Rolls-Royce e Shell hanno lavorato insieme per guidare il progresso dell’aviazione. Questa collaborazione ci avvicina di un passo alla decarbonizzazione dell’aviazione. Oltre al SAF, Shell Aviation fornirà compensazioni utilizzando soluzioni basate sulla natura per rendere il test a zero emissioni nette, rafforzando quanto siano essenziali più misure se il trasporto aereo vuole raggiungere zero emissioni nette di anidride carbonica “.

I test dovrebbero essere completati a dicembre e i risultati del test sono attesi all’inizio del nuovo anno.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi