Airbus

Airbus: risultati gennaio-settembre 2020

Tempo di lettura 6 minuti

Airbus ha diffuso i risultati finanziari consolidati per i nove mesi chiusi al 30 settembre 2020. 

Dopo nove mesi del 2020 vediamo ora i progressi compiuti nell’adattare la nostra attività al nuovo contesto di mercato COVID-19. Nonostante la ripresa dei viaggi aerei più lenta del previsto, abbiamo fatto convergere la produzione e le consegne di aerei commerciali nel terzo trimestre e abbiamo interrotto il consumo di contanti in linea con la nostra ambizione “, ha affermato Guillaume Faury, amministratore delegato di Airbus.

Inoltre, l’accantonamento per la ristrutturazione mostra che le nostre discussioni con le parti sociali e le parti interessate sono progredite bene. La nostra capacità di stabilizzare il flusso di cassa nel trimestre ci dà fiducia nell’emettere una guida per il flusso di cassa per il quarto trimestre“.

Gli ordini di aeromobili commerciali sono stati 300 (9m 2019: 127 aeromobili) con il portafoglio ordini composto da 7.441 aeromobili commerciali al 30 settembre 2020.

Airbus Helicopters ha registrato 143 ordini netti (9m 2019: 173 unità), di cui 8 H160 e 1 H215 durante il terzo trimestre.

Airbus Defence and Space hanno sottoscritto ordini per 8,2 miliardi di euro, con il terzo trimestre che include un ulteriore A330 MRTT e contratti acquisiti in satelliti per le telecomunicazioni. 

I Ricavi consolidati sono scesi a 30,2 miliardi di euro ( primi nove mesi 2019: 46,2 miliardi di euro), a causa del difficile contesto di mercato che impatta sul settore degli aeromobili commerciali con circa il 40% in meno di consegne su base annua. 

Sono stati consegnati 341 aeromobili commerciali (9 mesi 2019: 571 aeromobili), di cui 18 A220, 282 A320 Family, 9 A330 e 32 A350. Durante il terzo trimestre del 2020, sono stati consegnati un totale di 145 aerei commerciali, di cui 57 a settembre. 

Airbus Helicopters ha registrato ricavi sostanzialmente stabili, riflettendo minori consegne di 169 unità (9m 2019: 209 unità) parzialmente compensate da servizi più elevati. I ricavi di Airbus Defence and Space riflettono principalmente volumi inferiori nei sistemi spaziali e per l’A400M, nonché l’impatto di COVID-19 sulla fase di business.

EBIT rettificato consolidato : una misura di performance alternativa e un indicatore chiave che cattura il margine di business sottostante escludendo oneri o profitti materiali causati da movimenti negli accantonamenti relativi a programmi, ristrutturazioni o impatti sui cambi, nonché plusvalenze / minusvalenze dalla cessione e acquisizione di attività – ammontano a -125 milioni di euro rispetto ai primi 9 mesi del 2019 dove invece era stato registrato un EBIT positivo di oltre 4 miliardi di euro.

L’EBIT di Airbus rettificato di -641 milioni di euro (9 mesi 2019: 3.593 milioni di euro1 ) riflette principalmente le minori consegne di aeromobili commerciali e la minore efficienza dei costi. Comprendeva anche -1,0 miliardi di euro di oneri relativi a COVID-19. Sono state prese le misure necessarie per adattare la struttura dei costi ai nuovi livelli di produzione e i benefici si stanno concretizzando man mano che il piano viene eseguito. Alla fine di settembre, il numero di aerei commerciali che non potevano essere consegnati a causa del COVID-19 si era ridotto a circa 135.

Le spese consolidate autofinanziate in ricerca e sviluppo sono ammontate a 2.032 milioni di euro (9m 2019: 2.150 milioni di euro).

La perdita per azione consolidata di -3,43 € (utile per azione 9m 2019: 2,81 €) include il risultato finanziario di -712 milioni di € (9m 2019: -233 milioni di €). Il risultato finanziario riflette principalmente un netto di -291 milioni di euro relativo agli strumenti finanziari di Dassault Aviation, nonché una rimisurazione di un investimento di lancio rimborsabile (RLI) di -236 milioni di euro, principalmente dalla modifica dei contratti francese e spagnolo a quanto stabilito dal World Trade L’organizzazione considera il tasso di interesse appropriato e parametri di valutazione del rischio. Include anche la svalutazione di un prestito a OneWeb, contabilizzata nel primo trimestre. La perdita netta consolidata (2) è stata di -2.686 milioni di euro (utile netto 9m 2019: 2.186 milioni di euro).

Il flusso di cassa libero consolidato prima di M&A e finanziamento ai clienti è ammontato a -11.798 milioni di euro (9 milioni di euro nel 2019: -4.937 milioni di euro) di cui +0,6 miliardi di euro nel terzo trimestre. La performance del flusso di cassa libero del terzo trimestre 2020 riflette il livello più elevato di consegne rispetto al trimestre precedente, gli sforzi di contenimento della liquidità e la forte attenzione alla gestione del capitale circolante. 

La spesa in conto capitale nei nove mesi è stata di circa 1,2 miliardi di euro, in diminuzione di circa 0,3 miliardi di euro su base annua, guidata da una riduzione della spesa nel terzo trimestre in linea con gli sforzi di contenimento della liquidità della Società.

Il flusso di cassa disponibile consolidato è stato di -12.276 milioni di euro (9 mesi 2019: -5.127 milioni di euro). La posizione finanziaria netta consolidata era di -242 milioni di euro al 30 settembre 2020 (posizione di cassa netta di fine anno 2019: 12,5 miliardi di euro) con una posizione di cassa lorda di 18,1 miliardi di euro (fine anno 2019: 22,7 miliardi di euro).

Outlook

La guidance per l’intero anno 2020 della Società è stata ritirata a marzo. Dato il continuo impatto del COVID-19 sull’attività e sui rischi associati, non vengono emesse nuove linee guida sulle consegne di aeromobili commerciali o sull’EBIT.

Come base per la sua guida Q4 2020 per il flusso di cassa libero prima di M&A e finanziamento dei clienti, la Società non prevede ulteriori interruzioni per le consegne di aeromobili e mira almeno a un flusso di cassa libero di pareggio prima di M&A e finanziamento dei clienti nel quarto trimestre del 2020.

Eventi chiave post-chiusura

Il 21 ottobre 2020, la Società ha firmato una nuova Revolving Syndicated Credit Facility da 6 miliardi di euro, che ha parzialmente terminato la linea di credito da 15 miliardi di euro per 3 miliardi di euro e al fine di rifinanziare l’attuale Revolving Syndicated Facility da 3 miliardi di euro.

Risultati consolidati Airbus 9 mesi 2020

9m 20209 mesi 2019vs. 2019
Ricavi  in milioni30.1616.11646.1686.231-35%-2%
EBIT adjusted in milioni-1254.133
EBIT (riportato) in milioni-2.1853.431
Spese di ricerca e sviluppo in milioni2.0322.150-5%
Utile / Perdita Netto (2) in milioni-2.6862.186
Utile / perdita per azione (EPS) -3.432.81
Free Cash Flow (FCF) in milioni-12.276-5.127
Flusso di cassa libero prima di M&A in milioni-11.756-4.902
Flusso di cassa libero prima di M&A e finanziamento dei clienti in milioni-11.798-4.937
Risultati consolidati Airbus – Nove mesi 2020 (Importi in euro)
30 settembre 202031 dicembre 2019vs. 2019
Posizione netta di cassa / debito , in milioni-24212.534
Dipendenti134.071134.931-1%
Airbus consolidato

EBIT rettificato

9m 20209 mesi 2019vs. 2019
Airbus-6413.593
Airbus Helicopters238205+ 16%
Difesa e spazio Airbus266355-25%
Eliminazioni12-20
Totale-1254.133
(Importi in milioni di euro)
Nuovi ordini 9m 2020Nuovi ordini 9m 2019vs.2019Portafoglio O. 30 settembre 2020Portafoglio O. 30 settembre 2019vs. 2019
Airbus*300127+ 136%7.4417.133+ 4%
Airbus Helicopters*143173-17%669681-2%
Airbus Defence and Space **8.2146.064+ 35%N / AN / AN / A
* in unità – ** in milioni di euro

Airbus consolidato – Risultati del terzo trimestre (Q3) 2020

Airbus consolidatoTerzo trimestre 2020Terzo trimestre 2019vs. 2019
Ricavi , in milioni11.21315.302-27%
EBIT adjusted , in milioni8201.604-49%
EBIT (riportato) , in milioni-6261.338– 
Utile / Perdita Netto (2) , in milioni-767989
Utile / perdita per azione (EPS)-0,981.27

I ricavi del terzo trimestre 2020 sono diminuiti del 27%, principalmente a causa di minori consegne ad Airbus e minori ricavi ad Airbus Defence and Space.

EBIT del terzo trimestre 2020 rettificato di € 820 milioni riflette principalmente le minori consegne di aeromobili commerciali e le minori attività nel settore spaziale.

L’EBIT (dichiarato) del terzo trimestre 2020 di -626 milioni di euro include rettifiche nette per -1.446 milioni di euro, di cui -1.200 milioni di euro relativi al fondo ristrutturazione. Le rettifiche nette nel terzo trimestre 2019 sono state pari a -266 milioni di euro.

La perdita netta del terzo trimestre 2020 di -767 milioni di euro riflette principalmente l’EBIT (riportato), -283 milioni di euro dal risultato finanziario e la bassa aliquota fiscale effettiva.


Glossario

KPIDEFINIZIONE
EBITLa Società continua a utilizzare il termine EBIT (Utile ante interessi e imposte). È identico a Utile prima del risultato finanziario e delle imposte sul reddito come definito dalle regole IFRS. 
AdjustmentRettifica, una misura alternativa della performance , è un termine utilizzato dalla Società che include oneri o profitti materiali causati da movimenti di accantonamenti relativi a programmi, ristrutturazioni o impatti sui cambi, nonché plusvalenze / minusvalenze derivanti dalla cessione e dall’acquisizione di attività.
EBIT rettificatoLa Società utilizza una misura di performance alternativa , EBIT Adjusted, come indicatore chiave che cattura il margine di business sottostante escludendo gli oneri materiali oi profitti causati da movimenti negli accantonamenti relativi a programmi, ristrutturazioni o impatti sui cambi, nonché plusvalenze / minusvalenze dalla cessione e acquisizione di aziende. 
EPS rettificatoL’EPS rettificato è una misura alternativa della performance dell’utile base per azione riportato in base al quale il reddito netto al numeratore include le rettifiche. Per la riconciliazione, vedere la presentazione dell’analista.
Posizione liquida lordaLa Società definisce la propria posizione finanziaria lorda consolidata come la somma di (i) disponibilità liquide e mezzi equivalenti e (ii) titoli (tutti rilevati nella situazione patrimoniale-finanziaria consolidata).
Posizione di cassa nettaPer la definizione della posizione di cassa netta della misura di performance alternativa , consultare il documento di registrazione universale, sezione 2.1.6 MD&A.
FCFPer la definizione della misura alternativa di performance free cash flow, vedere il documento di registrazione universale, sezione MD&A 2.1.6.1. È un indicatore chiave che consente alla Società di misurare l’ammontare del flusso di cassa generato dalle operazioni dopo la liquidità utilizzata nelle attività di investimento.
FCF prima di M&AIl flusso di cassa libero prima di fusioni e acquisizioni si riferisce al flusso di cassa libero come definito nel Documento di registrazione universale, sezione 2.1.6.1 MD&A rettificato per i proventi netti da cessioni e acquisizioni. È una misura di performance alternativa e un indicatore chiave che riflette il flusso di cassa libero escludendo quei flussi di cassa derivanti da acquisizioni e cessioni di aziende.
FCF prima di M&A e finanziamento del clienteIl flusso di cassa libero prima di M&A e finanziamento dei clienti si riferisce al flusso di cassa libero prima di fusioni e acquisizioni aggiustato per il flusso di cassa relativo alle attività di finanziamento degli aeromobili. Si tratta di una misura e di un indicatore di performance alternativi che possono essere utilizzati occasionalmente dalla Società nella sua guida finanziaria, soprattutto quando vi è maggiore incertezza sulle attività di finanziamento dei clienti.
Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi