Fincantieri

Fincantieri ed MSC: Safe Air

Tempo di lettura 3 minuti

Due eccellenze tutte italiane, Fincantieri e MSC Crociere hanno studiato una nuova tecnologia all’avanguardia per la sanificazione dell’aria e per ridurre il rischio della diffusione di virus nell’aria interna della nave.

Sarà MSC Seashore la prima nave ad adottare questo nuovo sistema un innovazione sviluppata da Fincantieri, in collaborazione il Centro Internazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologia.

MSC Crociere sarà quindi la prima compagnia crocieristica al mondo a installare un nuovo e innovativo sistema di sanificazione dell’aria attraverso una tecnologia all’avanguardia denominata “Safe Air”, che sarà in grado di migliorare ulteriormente la qualità e la sanificazione dell’aria a bordo a beneficio dei suoi ospiti e dell’equipaggio.

Il sistema “Safe Air” sarà installato a bordo di MSC Seashore, una delle navi più grandi e tecnologicamente avanzate mai costruite in Italia e attualmente in costruzione presso il cantiere Fincantieri di Monfalcone, che sarà consegnata nel luglio 2021 diventando la prima di due navi della classe “Seaside Evo“.

Un altro passo avanti nel costante impegno di MSC Crociere per la salute e la sicurezza così come dimostrato in agosto, quando – dopo il temporaneo arresto dell’industria a livello globale a causa della pandemia – è diventata la prima grande compagnia crocieristica al mondo a tornare in mare con un nuovo e completo protocollo di salute e sicurezza approvato dalle autorità nazionali ed europee.

Safe Air Fincantieri

Il sistema di sanificazione dell’aria di nuova generazione è basato sulla tecnologia delle lampade UV-C, ovvero i raggi ultravioletti di tipo C, applicate in abbinamento al sistema di condizionamento. In questo modo, il flusso d’aria sarà irradiato alla sorgente con una luce di breve lunghezza d’onda, colpendo le particelle organiche e impedendo così la circolazione di inquinanti atmosferici come virus, batteri e muffe.

Il sistema di igienizzazione “Safe Air” è stato sviluppato dai progettisti e tecnici di Fincantieri e dal laboratorio di virologia del Centro Internazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologie, un importante istituto di ricerca con sede a Trieste. L’Istituto fornisce alle imprese supporto scientifico per lo sviluppo di soluzioni tecnologiche innovative per il controllo delle infezioni virali, oggi particolarmente rilevante data l’attuale crisi sanitaria globale.

La risposta efficace di MSC Crociere alle sfide sanitarie che il settore dei viaggi e del turismo mondiale si trova ad affrontare è stata quella di fissare i più alti standard di sicurezza attraverso un protocollo di salute e sicurezza che è in vigore dal 16 agosto, da quando MSC Grandiosa ha ripreso i suoi itinerari di 7 notti nel Mediterraneo occidentale.

MSC Grandiosa e MSC Magnifica

Oggi, dopo il completamento delle prime 9 crociere con oltre 16.000 passeggeri imbarcati, è stata affiancata questa settimana da MSC Magnifica che offre crociere di 10 notti nel Mediterraneo occidentale e orientale.

Il nuovo protocollo per la salute e la sicurezza di MSC è andato ben oltre le indicazioni delle autorità competenti, stabilendo nuovi standard per il settore crocieristico, così come del settore dei viaggi, del tempo libero e dell’ospitalità, in particolare rispetto al testing universale di tutti gli ospiti.

Prima di salire a bordo, tutti gli ospiti vengono sottoposti a uno screening sanitario completoprima di salire a bordo della nave, per una procedura che comprende tre passaggi: controllo della temperatura, compilazione di un questionario sulla salute personale ed il tampone antigene COVID-19. I membri dell’equipaggio, prima di poter iniziare a lavorare a bordo, vengono sottoposti tre volte al tampone.

Altri aspetti del protocollo riguardano servizi igienico-sanitari e di pulizia particolarmente elevati, mascherine e mantenimento del distanziamento sociale, strutture mediche a bordo potenziate, monitoraggio sanitario quotidiano e un rigoroso piano di emergenza per la gestione di eventuali casi sospetti. Inoltre, durante le soste delle navi nei porti dell’itinerario, è possibile scendere a terra esclusivamente con le escursioni “protette” che permettono agli ospiti di visitare i luoghi all’interno di una sorta di “bolle sociali” che garantiscono non solo la sicurezza dei passeggeri,ma anche delle comunità locali.

Il protocollo è stato messo a punto da esperti interni alla Compagnia in servizi medici, salute pubblica e igiene, servizi alberghieri, sistemi di riscaldamento, ventilazione e aria condizionata e altri sistemi di ingegneria di bordo, information technology e logistica.

È stato inoltre istituito un team di esperti “Blue-Ribbon COVID-19” composto dai migliori professionisti riconosciuti a livello internazionale con il compito di informare e rivedere il protocollo ideato da MSC Crociere, contribuendo così a garantire che le azioni intraprese dalla compagniasiano appropriate, efficaci e in linea con le migliori pratiche scientifiche e sanitarie disponibili.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi