BER Brandeburgo Willy Brandt

Al BER e’ tutto pronto

Tempo di lettura 2 minuti

9.900 persone, hanno preso parte da aprile alle simulazioni operative dell’aeroporto di Berlino Brandeburgo BER.

Tutti i permessi sono stati rilasciati, tutti i processi sono stati ampiamente testati e i partner sono preparati al meglio per l’inaugurazione il 31 ottobre e’ l’entrata in servizio del T1 il 1 novembre.

I dipendenti dell’aeroporto e i partner (compagnie aeree, polizia federale, dogane, fornitori di servizi di assistenza a terra, ecc.) si stanno preparando per l’apertura del BER da gennaio ed hanno contribuito a eseguire operazioni di prova ogni martedì e giovedì da aprile.

A giugno hanno partecipato circa 400 comparse al giorno e circa 120 dipendenti del team logistico hanno coordinato gli extra, i bagagli e il catering.

Durante 27 giorni di prova, un totale di 24.000 dipendenti e 9.897 extra hanno conosciuto BER simulando circa 179.000 bagagli e 54.000 prenotazioni per 2.350 voli, per un’esperienza realistica dell’operativita’ del T1.

I volontari che hanno partecipato alle varie simulazioni sono stati invitati al termine a rilasciare preziosi feedback, utilizzati per valutare l’esperienza del passeggero e implementare soluzioni ad alcuni punti critici rilevati dai volontari e dipendenti aeroportuali.

Engelbert Lütke Daldrup, amministratore delegato di Flughafen Berlin Brandenburg GmbH: “Ci siamo preparati a fondo per la messa in servizio. L’obiettivo principale del nostro giro di prova è stato raggiunto: dall’edificio completato, abbiamo prodotto un aeroporto perfettamente funzionante. Gli utenti ei partner possono familiarizzare con il loro aeroporto e acquisire fiducia nella gestione dei nuovi sistemi. Nonostante la corona, la motivazione a prendere parte alla corsa di prova e all’allenamento era molto alta. Per questo, vorrei ringraziare sinceramente tutti i nostri partner, il team ORAT e le comparse volontarie. Possiamo mettere in funzione il BER il 31 ottobre con la coscienza pulita “.

Una control room durante il primo periodo di esercizio, verificherà il corretto funzionamento dello scalo, attuando immediate soluzioni se necessario, lo scarso numero di passeggeri in questa fase contribuirà a verificare con più attenzione il corretto funzionamento di tutti i processi.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi