Boeing B737 NG Ryanair EI-DCJ Ryanair

Ryanair ad ottobre ulteriore taglio del 20%

Tempo di lettura 2 minuti

Ryanair ha deciso di ridurre la capacità a ottobre di un altro 20% in Europa, esclusi i voli domestici in Italia, a causa del mancato rispetto delle restrizioni sui viaggi del governo irlandese e dell’UE

Ryanair invita Invita il ministro dei trasporti irlandese Ryan ad agire e prevede che la sua capacità di ottobre scenderà dal 50% a circa  il 40% dei livelli di ottobre 2019 con un Load Factor superiore al 70% .

Ryanair ha confermato che queste riduzioni di capacità erano necessarie a causa dei danni causati alla domanda di voli, che ha visto una riduzione del numero di prenotazioni in seguito ai continui cambiamenti nelle restrizioni e nelle politiche di viaggio dei governi dell’UE, molte delle quali sono introdotte con breve preavviso e minano la volontà dei consumatori di effettuare prenotazioni in anticipo. 

Irlanda

In alcuni paesi (in particolare l’Irlanda), commenta Ryanair in una nota “il governo ha mantenuto restrizioni di viaggio eccessive e difettose dal 1 ° luglio, i tassi di Covid-19 sono aumentati nelle ultime settimane a 50 per 100.000 abitanti. – più del doppio di quelli di Germania e Italia – dove i viaggi aerei all’interno dell’UE erano liberamente consentiti dal 1 ° luglio.

Ryanair accoglie con favore il piano della Commissione europea per rimuovere le restrizioni ai viaggi all’interno dell’UE, soggetto solo all’aggiornamento settimanale dell’ECDC sui tassi di tendenza dei casi Covid / test positivi per paese e regione dell’UE, e chiede che questo approccio coordinato sia immediatamente implementato da tutti gli Stati dell’UE, in particolare l’Irlanda, in modo che i cittadini dell’UE possano effettuare prenotazioni essenziali per viaggi d’affari e familiari, senza la preoccupazione di cancellazioni di voli e / o restrizioni di quarantena difettose.

Un portavoce di Ryanair ha dicharato: “Siamo delusi di ridurre la nostra capacità di ottobre dal 50% del 2019 al 40%. Tuttavia, poiché la fiducia dei clienti è danneggiata dalla cattiva gestione da parte del governo delle polizze di viaggio Covid, molti clienti Ryanair non sono in grado di viaggiare per affari o per motivi familiari urgenti senza essere sottoposti a quarantene difettose di 14 giorni. Sebbene sia ancora troppo presto per prendere decisioni definitive sul nostro programma invernale (da novembre a marzo), se le tendenze attuali e la cattiva gestione da parte dei governi dell’UE del ritorno dei viaggi aerei e della normale attività economica continuano, allora potrebbero essere necessari tagli di capacità simili in tutto il periodo invernale.

Chiediamo al ministro dei Trasporti Eamon Ryan di spiegare perché oltre 2 mesi dopo non ha ancora implementato nessuna delle 14 raccomandazioni della task force governativa per l’aviazione che sono state presentate al governo il 7 luglio scorso. Dovrebbe anche spiegare perché NPHET ha tenuto l’Irlanda rinchiusa come la Corea del Nord dal 1 ° luglio, mentre allo stesso tempo Italia e Germania hanno rimosso tutte le restrizioni ai viaggi all’interno dell’UE e hanno fornito tariffe per i casi Covid che sono meno della metà della tariffa, che ha NPHET presieduto in Irlanda. I viaggi aerei all’interno dell’UE non sono il problema e questi divieti di viaggio non sono una soluzione “.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi