Boeing

EASA ha completato i test in volo del B737max

Tempo di lettura < 1 minuto

L’Agenzia dell’Unione europea per la sicurezza aerea (EASA) ha completato i suoi voli di prova del Boeing 737 MAX, a Vancouver, in Canada, a causa delle restrizioni di viaggio COVID-19.

L’EASA sta ora analizzando i dati e altre informazioni raccolte durante i voli in preparazione per il Joint Operations Evaluation Board (JOEB).

Aggiornamento FAA :Joint Operations Evaluation Board (JOEB) inizierà lunedì prossimo a Londra Gatwick.

Il JOEB inizierà la prossima settimana a Londra, Gatwick nel Regno Unito.

L’EASA ha lavorato costantemente, in stretta collaborazione con FAA e Boeing, per rimettere in servizio il Boeing 737 MAX il prima possibile, ma solo quando vi sarà la certezza che sia garantita la sicurezza dell’aereomobile.

La Federal Aviation Administration (FAA) che parteciperà al Joint Operations Evaluation Board (JOEB) con le autorità dell’aviazione civile e personale delle compagnie aeree ed equipaggi provenienti da Stati Uniti, Canada, Brasile e Unione Europea ha comunicato che durante il JOEB verranno riviste e discusse le procedure e i requisiti di addestramento dei piloti per il Max. un tema molto discusso in quanto inizialmente come dimostrato dai documenti riservati poi diffusi mesi fa durante le indagini, Boeing non riteneva essere necessario un addestramento diverso da quello per il 737 precedente.

Il Joint Operations Evaluation Board (JOEB) inizierà lunedì presso l’aeroporto di Gatwick a Londra.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi