London Gatwick LGW

Importanti interventi a Gatwick per la stazione ferroviaria

Tempo di lettura 2 minuti

Gatwick è il secondo aeroporto del Regno Unito, prima del COVID-19, il più grande a pista singola del mondo.

Con la riqualificazione della stazione ferroviaria in corso, l’aeroporto di Gatwick spera di essere in una posizione privilegiata per aprire la strada ai viaggi sostenibili.

La stazione ferroviaria è oggetto di importanti interventi di ammodernamento per alcuni milioni di sterline, Govia Thameslink Railway (GTR) e Network Rail hanno lavorato durante la pandemia di COVID-19, approfittando del calo del traffico aereo e dell’apertura dello scalo solo in alcune ore del pomeriggio per avanzare rapidamente con i lavori, che verranno consegnati molto prima del previsto.

La connettività non solo aerea di Gatwick, ma anche ferroviaria, funziona anche come un hub di collegamento per i residenti della costa meridionale dell’Inghilterra, in viaggio verso Londra, Cambridge, Peterborough, Reading e oltre. In effetti, 15 milioni di persone – quasi un quarto della popolazione del Regno Unito – vivono a 60 minuti da Gatwick, evidenziando l’eccezionale accessibilità dell’aeroporto.

Gatwick Express collega l’aeroporto con la stazione Victoria in 30 minuti, mentre Thameslink alla stazione St Pancras International in 45 minuti, dove è possibile saltare su un Eurostar e collegarsi direttamente a Francia, Belgio e Paesi Bassi.

Con 21,5 milioni di passeggeri in un anno, la stazione dell’aeroporto di Londra Gatwick è superata solo nel sud-est – fuori dal centro di Londra – da East Croydon e Clapham Junction, la stazione ferroviaria più trafficata d’Europa in termini di traffico di transito, entrambe sono interscambi chiave per Gatwick.

Gatwick quindi è a tutti gli effetti non solo un aeroporto ma un importante interscambio per i treni e la domanda continua a crescere, le sue banchine sempre affollate ne sono la prova ed in effetti non sono tutti passeggeri appena sbarcati da un aereo, nel 2019, Gatwick ha vissuto un anno record di accesso ai trasporti pubblici per l’aeroporto, con il 47,4 per cento dei passeggeri che viaggiano in treno, autobus o pullman. Per soddisfare la crescente domanda e sviluppare una rete ferroviaria adatta all’uso del 21 ° secolo, una partnership tra il Dipartimento dei trasporti, Network Rail, Gatwick e l’agenzia di sviluppo delle regioni, Coast to Capital, sta investendo 150 milioni di sterline per il potenziamento della stazione ferroviaria dell’aeroporto di Gatwick.

I lavori alleggeriranno, miglioreranno l’accessibilità e ridurranno i ritardi per passeggeri internazionali, pendolari e viaggiatori di piacere in tutto il sud-est, non solo migliorando la velocità e la connettività, ma rendendo anche Gatwick un aeroporto più accessibile e attraente per accogliere visitatori da tutto il mondo.

Come parte dell’aggiornamento, l’atrio della stazione raddoppierà le dimensioni, attualmente è infatti leggermente piccolo, sarà migliorato l’accesso ai binari con cinque nuovi ascensori, otto nuove scale mobili, nuove scale e una migliore assistenza per gli utenti su sedia a rotelle e i passeggeri con bagagli ingombranti.

Oltre a un migliore accesso, ampliando le piattaforme 5 e 6, i passeggeri saranno in grado di salire e scendere dai treni più velocemente e in modo più sicuro, riducendo i ritardi nella rete.

Un nuovo convoglio ThamesLink

L’investimento e l’ammodernamento della stazione ferroviaria di Gatwick arrivano dopo che la rete ferroviaria nel sud-est (verso Brighton) ha già subito un’enorme revisione e un raddoppio della capacità negli ultimi anni, culminando nel programma Thameslink che ha acquistato nuovo materiale rotabile più spazioso sui servizi Gatwick Express e Thameslink, il programma di miglioramento della linea principale di Brighton ha effettuato una serie di aggiornamenti di linea per migliorare la resilienza e l’affidabilità. Thameslink ha anche lanciato servizi cross-London, collegando Brighton, Gatwick e London direttamente a Peterborough e Cambridge.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi