easyJet

I piloti inglesi di easyJet non ci stanno

Tempo di lettura < 1 minuto

I piloti inglesi di easyJet si preparano ad una dura lotta sindacale in UK, ha avvisato il sindacato BALPA.

Il sindacato inglese che rappresenta i piloti Easyjet nel Regno Unito ha avvertito gli iscritti di essere “in prima linea per l’anima della compagnia aerea” ed accusa easyjet di non agire in buona fede.

La British Airline Pilots Association (BALPA) ha dato l’avvertimento ai membri in una lettera del rappresentante sindacale nazionale di easyjet, Terry Brandon.

Brandon ha dichiarato: “L’approccio di Easyjet finora era altamente discutibile e, crediamo, privo di buona fede, si riferisce anche alla possibilità che easyJet nel decidere i piloti in esubero usi anche i dati sulle malattie, easyJet ha precisato che è solo uno dei punti ed è solo un ipotesi sul tavolo della contrattazione.

La colpa è caduta totalmente su Peter Bellow che dopo la proposta del nuovo contratto agli assistenti di volo inglesi, in perfetto stile Ryanair, si è eclissato, le accuse che vengono fatte all’ex COO di Ryanair: “Non sembra essere una coincidenza che il comportamento di easyJet come azienda abbia subito una spirale discendente fin dall’arrivo del COO, Peter Bellew, di Ryanair all’inizio di quest’anno. Dame Carolyn McCall una volta disse che easyJet non avrebbe mai trattato la sua gente come Ryanair – purtroppo, anche questo impegno ora sembra essere scomparso.

Nella lettera, Brandon afferma che a breve BALPA voterà per stabilire se i membri hanno fiducia nella gestione di Easyjet e che “alla fine la lotta potrebbe diventare una battaglia industriale e incoraggiamo i membri a farsi coraggio per questa possibilità”.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi