Norwegian

Norwegin ha convocato un assemblea generale straordinaria

Tempo di lettura 3 minuti

Norwegian convoca un assemblea straordinaria per rafforzare il proprio bilancio convertendo il debito in capitale, per soddisfare i requisiti del programma di garanzia statale norvegese e creare una piattaforma sostenibile che tenga conto sia degli attuali azionisti che dei creditori.

Il Consiglio di amministrazione di Norwegian Air Shuttle propone azioni che mirano a soddisfare i requisiti della seconda e terza tranche del programma di garanzia statale del governo norvegese che rilascerà 3 miliardi di NOK di finanziamenti.

Finanziamenti che verranno rilasciati a Norwegian solo se si adeguerà a ben precisi prerequisiti.

La proposta della Società mira a convertire il debito in capitale azionario dalle principali parti interessate, inclusi locatori di aeromobili, detentori di obbligazioni, detentori di obbligazioni convertibili e fornitori attraverso le seguenti fasi:

Parti delle passività del gruppo verso locatori, banche e altri creditori da convertire in azioni della Società;

L’uso di altri strumenti finanziari per convertire qualsiasi debito rilevante in strumenti di capitale o simili;

La conversione totale o parziale delle sue obbligazioni in azioni della Società;

Un successivo collocamento privato a fronte di un corrispettivo in denaro con potenziale trattamento preferenziale per gli attuali azionisti di Norwegian.

Le conversioni del debito e il nuovo capitale azionario, che rilascerà nuovamente la liquidità fornita nell’ambito del programma di garanzia del governo, assicurano che la Società possa sostenere l’attuale ambiente Covid-19 e preparare Norwegian a riaprire gradualmente la sua rete di rotte e riassumere i dipendenti. 

Le misure proposte sono necessarie per garantire le prossime tranche del programma di garanzia statale del governo norvegese che rilascerà 3 miliardi di NOK. Sono inoltre necessari per il futuro della Società rafforzando il bilancio della Società “, ha dichiarato il CEO di Norwegian Jacob Schram.

Nelle prossime settimane avremo un dialogo con i detentori di obbligazioni, i locatori e altri creditori, con l’intento di convertire un debito sostanziale in azioni. Ciò creerà una piattaforma che consentirà a Norwegian di tornare nei cieli come un’azienda ancora migliore e più forte a beneficio del pubblico viaggiante, dei nostri colleghi dedicati e degli attuali azionisti. Abbiamo già iniziato a lavorare per costruire il futuro «New Norwegian» e quel lavoro continuerà con tutte le forze nelle prossime settimane “, ha affermato Schram.

Il Consiglio di Amministrazione propone che le azioni di cui sopra essere risolti un’assemblea generale straordinaria della Società che si terrà 08:30 (CET) il 4 maggio ° , 2020 alle Company’sheadquarters a Oksenøyveien 3, 1366 Lysaker.

Il pacchetto di aiuti di Stato diretto alla Società è suddiviso in tre tranche come segue:

La prima tranche è pari a un massimo di 300 milioni di NOK (” Tranche 1 “)

La prima tranche è pari a un massimo di 300 milioni di NOK (” Tranche 1 “), dove l’unica condizione richiesta è che vi sia una partecipazione al rischio del 10 percento da parte di istituti di credito commerciali esterni (come banche o istituti finanziari) o L’emittente ottiene un corrispondente importo di nuovi finanziamenti attraverso un aumento di capitale (tale partecipazione o aumento di capitale è indicato come “coinvolgimento del settore privato“);

La seconda tranche è pari a 1,2 miliardi di NOK

La seconda tranche è pari a 1,2 miliardi di NOK (” Tranche 2 “) e sarà disponibile se i prestiti garantiti da essa sono accompagnati dal coinvolgimento del settore privato e gli attuali creditori della Società concordano una moratoria che se messa in atto comporta una rinuncia ai pagamenti di interessi e un differimento dei pagamenti principali per un periodo di tre (3) mesi, a partire dall’erogazione dei prestiti garantiti (la ” Moratoria “); 

La terza tranche

Per quanto riguarda la terza tranche (” Tranche 3 ” e, insieme alla Tranche 1 e alla Tranche 2, le ” Tranche“), i restanti 1,5 miliardi di NOK, ovvero 2,7 miliardi di NOK se la Tranche 2 non è stata prelevata, saranno disponibili se i prestiti garantiti da questi ultimi sono accompagnati dal coinvolgimento del settore privato e la Società soddisfa il requisito che il suo coefficiente patrimoniale fosse almeno dell’8% alla fine dell’ultimo trimestre prima dello scoppio di Covid-19. In alternativa, se la Società non è in grado di soddisfare questo requisito patrimoniale, nel corso della Moratoria a tre mesi deve apportare miglioramenti al proprio bilancio in modo tale che il coefficiente patrimoniale della Società al 31 dicembre 2019 (essendo l’ultima data del trimestre precedente allo scoppio di Covid-19) rettificato pro forma riflettono i nuovi contributi azionari in contanti o la conversione del debito in patrimonio netto di almeno l’8%. Dal momento che il rapporto azionario della Società al 31 dicembre Il 2019 è stato del 4,8 per cento,la Società deve fare affidamento su quest’ultima alternativa per sbloccare la Tranche 3.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi