Aeroporto di Francoforte

Fraport, misure di riduzione dei costi causa coronavirus

Tempo di lettura 2 minuti

Riduzione dei costi amministrativi e operativi, le nuove assunzioni di personale saranno valutate individualmente, il personale può richiedere ferie volontarie non retribuite e part-time temporaneo.

L’epidemia di coronavirus sta causando un pesante tributo all’aviazione in tutto il mondo. Il traffico passeggeri e merci con la Cina e l’Asia in generale ha già subito un forte calo. 

Inizia così il comunicato di Fraport, società di gestione dell’aeroporto di Francoforte, il più grande HUB di Lufthansa.

E continua:

Ciò sta avendo anche un impatto notevole sulle operazioni dell’hub dell’aeroporto di Francoforte – interessando tutte le aree di business dalle operazioni di volo a terra, merci e vendita al dettaglio. Per contrastare questa situazione, Fraport sta rispondendo rapidamente con una serie di misure per ridurre i costi e adeguare la distribuzione del personale a questa domanda ridotta.

Attualmente, tutti i principali costi sono stati attentamente esaminati. Le nuove assunzioni di personale presso Fraport AG saranno possibili solo in casi eccezionali e giustificati. Ai dipendenti che svolgono mansioni amministrative e operative è stata offerta la vacanza volontaria non retribuita o l’orario di lavoro ridotto temporaneo, laddove ciò sia compatibile con i requisiti operativi. Fraport controlla costantemente queste misure e, se necessario, apporterà delle modifiche.

Il Dr. Stefan Schulte, presidente del consiglio di amministrazione della Fraport AG, ha sottolineato: “L’epidemia di coronavirus arriva in un momento in cui l’industria aeronautica tedesca, in particolare, sta già affrontando sfide significative. Ad aprile, un aumento della tassa aeronautica tedesca metterà ulteriormente a dura prova il nostro settore. Tuttavia, l’aviazione è sopravvissuta a numerose crisi negli ultimi decenni ed è emersa sempre più forte. Stiamo rispondendo in modo decisivo a questa difficile situazione con le nostre contromisure tempestive. “

È troppo presto per prevedere in modo affidabile la durata e l’estensione delle cancellazioni dei voli, nonché il conseguente calo dei volumi di traffico. Pertanto, non è ancora possibile stimare l’impatto sulla nostra attività. Fraport pubblicherà le sue linee guida per l’anno fiscale in corso durante la conferenza stampa annuale della società il 13 marzo 2020.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi