Aeroporto di Londra Gatwick LGW

Vision-Box, accordo quadro con Gatwick per il riconoscimento biometrico

Tempo di lettura 2 minuti

Vision-Box è leader nel riconoscimento biometrico e nelle soluzioni di gestione dell’identità digitale.

Vision-Box ha annunciato che dopo una gara d’appalto altamente competitiva e un rigoroso processo di selezione, di aver firmato un contratto quadro con l’aeroporto di Gatwick .

Secondo i termini del nuovo accordo quadro di 5 anni, Vision-Box inizialmente sostituirà le soluzioni legacy con la loro piattaforma di servizi, offrendo al contempo ulteriore esperienza per i passeggeri migliorando le soluzioni.

Miguel Leitmann, CEO di Vision-Box: “Vision-Box supporta direttamente Gatwick nei loro ambiziosi piani dal 2015 e siamo lieti della natura collaborativa e fidata del rapporto tra le due organizzazioni e le parti interessate associate, che ha portato all’aggiudicazione di un Framework che può rivoluzionare l’orchestrazione del flusso passeggeri per i clienti dell’aeroporto di Gatwick. ”

Il software di Vision BOX è utilizzato in Italia nell’aeroporto di Roma Fiumicino, dove ad inizio dicembre 2019 è iniziata la sperimentazione.

Emiliano Sorrenti, CIO / CTO Aeroporti di Roma: “Un ringraziamento speciale al team tecnologico e agli Vision-Box degli aeroporti di Roma per aiutare l’aeroporto di Roma Fiumicino a stabilire un importante traguardo della sua trasformazione digitale con la piena esperienza di Seamless Flow. Siamo felici di essere il primo aeroporto in Italia e uno dei primi in Europa a facilitare esperienze di passeggeri veloci e sicure “.

I passeggeri che volano da Roma ad Amsterdam possono partecipare alla sperimentazione.

FIUMICINO, PRIMO AEROPORTO IN ITALIA A SPERIMENTARE IL RICONOSCIMENTO BIOMETRICO

Fiumicino, grazie al contributo di Enac Polizia di Stato, è il primo aeroporto in Italia ed uno dei primi in Europa a sperimentare la nuova procedura d’imbarco del futuro.

La soluzione Seamless Flow di Vision-Box offre ai viaggiatori iscritti un’esperienza self-service end-to-end, dal check-in, alla sicurezza e all’imbarco.

Il sistema è veloce, facile e sicuro. Inizialmente, un dispositivo IoT intelligente cattura il volto del viaggiatore, misura la qualità delle caratteristiche biometriche facciali e acquisisce elettronicamente le informazioni contenute nel passaporto e nella carta d’imbarco.

Questo set di dati viene associato al viso attraverso telecamere edge adeguatamente specializzate, nel pieno rispetto della politica sulla privacy.

Con questo sistema, non sarà più necessario mostrare documenti o carte d’imbarco.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi