Ernest

Ernest, sospesa la licenza

Tempo di lettura 3 minuti

ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) ha emesso un comunicato con il quale informa di aver disposto la sospensione della licenza di esercizio di trasporto aereo passeggeri e merci a Ernest S.p.A.

La sospensione avrà efficacia a partire dal 13 gennaio 2020 al solo scopo di consentire alla compagnia di riproteggere i passeggeri già in possesso di un titolo di viaggio.

In questo lasso di tempo il vettore dovrà provvedere a comunicare ai passeggeri che hanno già acquistato un biglietto con la compagnia su come dovranno comportarsi e gli aggiornamenti sul volo acquistato.

Ernest non potrà più emettere biglietti di viaggio.

La licenza rimane comunque in vigore fino al 13 gennaio 2020, anche in considerazione delle festività in corso, nonché del Capodanno ucraino del 7 gennaio 2020 e della conseguente necessità di garantire l’interesse superiore della tutela del passeggero, rilevato che non sussistono imminenti criticità che pregiudicano la sicurezza delle operazioni.

Il provvedimento è stato adottato dall’ENAC sulla base di quanto previsto dal Regolamento (CE) n. 1008 del 2008.

Il Regolamento (CE) n. 1008 del 2008 comprende norme comuni per la prestazione di servizi aerei nella Comunità Europea.

L’articolo 9 del regolamento prevede che:

Sospensione e revoca di una licenza d’esercizio

  • di verificare, in qualsiasi momento, i risultati finanziari di un vettore aereo comunitario da essa abilitato. Sulla base della propria verifica l’autorità sospende o revoca la licenza d’esercizio qualora giunga alla conclusione che tale vettore aereo comuni- tario non è più in grado di far fronte ai propri impegni effettivi e potenziali per un periodo di dodici mesi. Tuttavia, l’autorità competente per il rilascio delle licenze può rilasciare una licenza provvisoria di durata non superiore a dodici mesi in attesa della ristrutturazione finanziaria di un vettore aereo comunitario, purché non sussistano pericoli per la sicurezza, tale licenza temporanea rifletta, ove previsto, ogni modifica del COA e sussista la prospettiva realistica di una ristrutturazione finanzia- ria soddisfacente entro tale periodo di tempo.
  • Qualora sussistano chiari segnali dell’esistenza di problemi di natura finanziaria oppure qualora siano in corso procedimenti per insolvenza o di natura analoga nei confronti di un vettore aereo comunitario a cui abbia rilasciato una licenza, l’autorità competente per il rilascio delle licenze procede senza indugio a una valutazione approfondita della situazione finanziaria e sulla base dei risultati riesamina la conformità della licenza d’esercizio alle prescrizioni di cui al presente articolo entro un periodo di tre mesi.
  • Qualora i bilanci certificati di cui all’articolo 8, paragrafo 4, non siano stati trasmessi entro il termine ultimo indicato in tale articolo, l’autorità competente per il rilascio delle licenze chiede senza inutili indugi al vettore aereo comunitario di farle pervenire i bilanci certificati. Se i bilanci certificati non sono trasmessi entro un mese, la licenza d’esercizio può essere sospesa o revocata.
  • L’autorità competente per il rilascio delle licenze sospende o revoca la licenza d’esercizio qualora il vettore aereo comunitario le trasmetta deliberatamente e temerariamente informazioni false su un elemento sostanziale.
  • In caso di sospensione o ritiro del COA di un vettore aereo comunitario, l’autorità competente per il rilascio delle licenze sospende o revoca immediatamente la licenza d’esercizio di quel vettore.
  • L’autorità competente per il rilascio delle licenze può sospendere o revocare la licenza d’esercizio di un vettore aereo comunitario qualora questi non soddisfi più i requisiti di onorabilità di cui all’articolo 7.

Tuttavia, qualora il vettore fornisca gli elementi di garanzia richiesti dalle norme comunitarie e tali elementi siano valutati favorevolmente dall’Ente, il provvedimento di sospensione potrà essere revocato.

L’ENAC continuerà a effettuare un monitoraggio sulla compagnia aerea al fine di verificare l’adozione di tutte le iniziative possibili a tutela del rispetto dei diritti dei passeggeri.

ENAC non ha rilasciato altre dichiarazione in cui rende noto il motivo preciso tra quelli nell’articolo 9 per cui è stata sospesa la licenza.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi