easyJet

Travelport fusion, easyJet, mia madre ed Apple

Tempo di lettura 2 minuti

Ho convertito mia madre, 67 anni al mondo Apple con il suo primo iPhone, ovviamente il mio vecchio ormai un anno fa, uno dei punti di forza di Apple e iOS è l’usabilità.

In effetti mia madre non ha avuto bisogno di nessun aiuto per usarlo se non qualche piccola dritta, e quando gli ho istallato la APP di easyJet gli si è aperto un nuovo mondo.

Entrambi i miei genitori, come me sono viaggiatori abituali di easyJet, mentre io non stampo una carta di imbarco da anni, loro ancora lo facevano stampando l’impossibile.

Voglio le carte di imbarco sul telefono…

scoperta questa funzionalità è stata questa la richiesta di mia madre, che ovviamente con un minimo di sorpresa ho realizzato, insegnandole come effettuare il check-in online, “a prova di pensionato” ed utilizzare il Wallet di iPhone.

La generazione di mia madre è sicuramente una di quelle che non ha molta confidenza con l’IT, ha quindi bisogno di interfacce, applicazioni e terminali, con un’usabilità e una semplicità di utilizzo massima.

Quando sussistono questi pre-requisiti bisogna poi rieducarli per modificare le loro abitudine consolidate nel tempo ma non più attuali.

L’APP Fusion di TravelPort Digital customizzata easyJet è riuscita in questo, provando sul campo l’usabilità e il giustificato successo anche verso un pubblico meno giovane.

In questo caso ci sono stato io a fare da ponte, suggerendo a mia madre la APP, stufo fi vedere ogni volta almeno una decina di fogli inutili stampati, che poi dovevano portarsi dietro ogni volta.

Mio padre invece no, per lui non c’è verso, ma ha un Android, quindi ci rinuncio.

+ APP + GREEN – CARTA

Un altro punto di riflessione, il mercato aereo continua ad essere penalizzato ed accusato di avere un impatto sul clima altamente inquinante, quanto invece anche dopo questo esempio, applicato a tutti i passeggeri che utilizzano le APP dei vettori per tutte le fasi del viaggio, può invece essere considerata l’ennesima prova che l’aviazione che investe debba invece essere premiata o almeno lasciata in pace ?

Un sempre maggiore utilizzo di APP e siti web con CMS ottimizzati e customizzati cuciti su misura sul cliente, riduce il consumo di carta, ma non solo a cascata la non necessità di recarsi in agenzia, potendo effettuare tutto in autonomia, quindi già qui vengono ridotte le emissioni, si riesce ad ottimizzare anche il flusso dei passeggeri in aeroporto, riducendo quindi costi e consumi necessari per il funzionamento delle infrastrutture e dei trasporti.

Si apre quindi un circolo dinamico e strettamente interconnesso che ottimizzato ancor di più porta benefici all’ambiente ed è interessare primario di compagnie aeree e gestori aeroportuali che riducono a loro volta i costi, investendo sul futuro e sulla tecnologia.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi